giovedì, Giugno 13, 2024
HomeCultura e SocietàVin Diesel accusato di violenza sessuale: scoppia lo scandalo legato alle riprese...

Vin Diesel accusato di violenza sessuale: scoppia lo scandalo legato alle riprese di Fast & Furious 5

Vin Diesel, l’iconico protagonista del franchise di Fast & Furious, si trova al centro di uno scandalo in seguito alle gravi accuse di violenza sessuale mosse dalla sua ex assistente, Asta Jonasson. I fatti risalgono al 2010 durante le riprese di Fast & Furious 5 in Georgia, e la denuncia è stata ufficialmente depositata presso il tribunale di Los Angeles il 21 dicembre.

Vin Diesel, accuse di violenza sessuale: il contesto delle riprese

La Cnn ha riportato dettagli inquietanti secondo cui Asta Jonasson avrebbe subito atti sessuali non consensuali da parte di Vin Diesel durante il periodo di lavorazione del quinto film della saga Fast & Furious ad Atlanta, Georgia. La donna afferma che l’attore si sarebbe masturbato davanti a lei, la avrebbe palpeggiata e costretta a toccargli il pene, ignorando completamente il suo rifiuto. Questo evento avrebbe avuto luogo in una stanza d’albergo durante le riprese.

La denuncia e i dettagli dell’aggressione

La denuncia presentata da Jonasson rivela che Vin Diesel avrebbe costruito uno scenario di violenza sessuale, obbligandola a sdraiarsi sul suo letto presso lo St. Regis Hotel ad Atlanta. Qui, l’attore avrebbe compiuto atti sessuali non consensuali, lasciando Jonasson traumatizzata e ferita. La donna, poche ore dopo l’aggressione, sarebbe stata licenziata da Samantha Vincent, la sorella di Vin Diesel e presidente dello studio di produzione One Race, con una telefonata.

Vin Diesel
Vin Diesel (foto ANSA)

La reazione di Vin Diesel e la difesa legale

Bryan Freedman, l’avvocato di Vin Diesel, ha rilasciato una dichiarazione negando categoricamente le accuse. Freedman sostiene che questa è la prima volta che l’attore sente parlare di tali affermazioni, e che Jonasson è stata impiegata solo per 9 giorni. L’avvocato sottolinea l’esistenza di prove evidenti che confutano completamente le “stravaganti” accuse mosse contro l’attore.

La causa legale e le richieste di risarcimento

La causa legale presentata da Jonasson include una serie di accuse, tra cui aggressione sessuale, creazione di un ambiente di lavoro ostile, mancanza di supervisione e ingiusto licenziamento. La richiesta di risarcimento ammonta a 10mila dollari per ciascuna delle accuse. Jonasson sostiene che il licenziamento è avvenuto in seguito al suo rifiuto di cedere alle pressioni sessuali di Vin Diesel, indicando un ambiente lavorativo tossico.

Riflessioni sullo scandalo e il suo impatto

Questo scandalo solleva domande importanti sulle dinamiche di potere e comportamenti inappropriati nell’industria cinematografica. Porta, inoltre l’attenzione sulle vittime di abusi sessuali e sulla necessità di un ambiente di lavoro sicuro. La storia di Jonasson potrebbe rappresentare un importante passo avanti nella lotta contro l’abuso di potere e le molestie sessuali nel mondo dello spettacolo.

Conclusioni

Il caso Vin Diesel-Asta Jonasson è destinato a diventare uno dei casi più controversi e discussi di Hollywood. Mentre l’attore nega le accuse e la difesa legale cerca di dimostrare l’infondatezza delle stesse, il dibattito sulle dinamiche di potere e la sicurezza sul luogo di lavoro continua ad intensificarsi. Resta da vedere come si svilupperà la situazione nei prossimi mesi, con la speranza che questo scandalo porti a un cambiamento positivo nell’industria cinematografica.

RELATED ARTICLES

Ultime News