giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCuriositàPerché molti alimenti ultra-lavorati non sono salutari?

Perché molti alimenti ultra-lavorati non sono salutari?

Perché molti cibi ultra lavorati non sono salutari? La lavorazione industriale modifica la struttura del cibo, e gli esperti sostengono che può influenzare quanto mangi e assorbi, ma anche il tuo peso.

Alimenti ultra-lavorati: cosa sono e perché sono considerati poco salutari

Mangeresti cibo che è stato predigerito? Gli esperti sostengono che è quello che stiamo facendo quando consumiamo molti popolari alimenti confezionati, come riporta The Washington Post. Non solo pane e cereali, ma anche snack e pasti surgelati che sono stati raffinati, pestati, riscaldati, modellati e confezionati con additivi.

Un numero crescente di ricerche suggerisce che l’entità della lavorazione industriale a cui è sottoposto il cibo può alterarne gli effetti sul corpo. E può determinarne l’impatto sull’appetito, sugli ormoni, sull’aumento di peso e sulla probabilità di sviluppare obesità e malattie croniche.

Questa elaborazione estrema crea alimenti che vengono assorbiti così facilmente dal corpo da essere essenzialmente predigeriti.

Molti alimenti sono anche progettati per superare i nostri meccanismi di sazietà, che ci spingono a mangiare troppo e ad aumentare di peso, dicono gli esperti.

Negli ultimi anni, gli scienziati hanno adottato un nuovo nome per gli alimenti che vengono intensamente manipolati dai produttori di alimenti: ultra-lavorati.

Quasi tutti gli alimenti subiscono un certo livello di lavorazione. Anche le verdure fresche come le carotine vengono lavate, sbucciate, tagliate e confezionate dalle macchine negli impianti di lavorazione prima che arrivino nei negozi di alimentari.

Ma gli alimenti ultra-lavorati vengono trasformati da semplici ingredienti in prodotti industriali con insolite combinazioni di sapori, additivi e consistenze, molti dei quali non si trovano in natura.

Le linee-guida introdotte dei Paesi sul tema

In tutto il mondo, i governi stanno abbracciando l’idea che gli alimenti ultra-lavorati contribuiscano notevolmente alla cattiva salute.

Molti paesi hanno emanato linee guida dietetiche che incoraggiano le persone a includere più alimenti non trasformati nella loro dieta. Alcuni, come Brasile, Belgio, Israele e Uruguay, hanno pubblicato linee guida dietetiche che esortano esplicitamente le persone a non mangiare cibi ultra-lavorati.

Negli Stati Uniti, dove gli alimenti ultra-lavorati costituiscono il 58% delle calorie consumate dagli americani, gli esperti del governo stanno esaminando il legame tra alimenti ultra-lavorati e obesità e le loro scoperte potrebbero influenzare le influenti linee guida dietetiche del governo per gli americani.

Ma i sostenitori dell’industria alimentare confezionata affermano che gli alimenti trasformati sono una parte essenziale dell’approvvigionamento alimentare.

Gli alimenti trasformati in generale aiutano a creare un ambiente alimentare più economico, disponibile e accessibile“, ha affermato in una e-mail Bryan Hitchcock, responsabile scientifico e tecnologico dell’Institute of Food Technologists.

Le tecnologie di lavorazione, in particolare su scala industriale, aggiungono valore, sicurezza e nutrizione riducendo i costi e gli sprechi alimentari“.

RELATED ARTICLES

Ultime News