Giorgia Meloni: la tata si licenzia all’improvviso. Ma che cosa è successo? Ecco tutte le indiscrezioni!

0
257
Giorgia Meloni

Anche Giorgia Meloni, come tutti i genitori, non può sfuggire alle responsabilità familiari. Secondo quanto riportato dal settimanale Oggi, la premier e il suo compagno Andrea Giambruno si stanno dedicando in queste settimane alla ricerca di una nuova tata per la loro figlia.

Le selezioni e i colloqui sono dettagliati e rigorosi, poiché entrambi sono consapevoli dell’importanza di trovare una figura affidabile che trascorrerà molto tempo con la bambina.

Perché la tata si è licenziata

La loro fedele tata, di origini filippine, ha recentemente preso la decisione di lasciare il suo lavoro per fare ritorno nel suo paese d’origine. Questo ha creato delle conseguenze nell’organizzazione della vita quotidiana della premier.

La collaboratrice di fiducia è stata un punto di riferimento fondamentale per la coppia e soprattutto per Ginevra, che ha appena compiuto sette anni il 17 settembre. Questo potrebbe spiegare anche il motivo per cui la bambina è stata spesso vista al fianco della madre durante alcuni impegni pubblici.

Giorgia Meloni fece la babysitter per la figlia di Fiorello

Molti anni fa, si sa che Giorgia Meloni ha svolto il lavoro di babysitter presso la casa di Fiorello, prendendosi cura di Olivia, figlia di Susanna Biondo, che Fiorello ha sempre considerato come sua figlia maggiore. In un’intervista al Corriere nel 2013, Meloni ha dettagliato il suo ruolo come babysitter presso la casa di Rosario Fiorello. All’epoca, Meloni aveva solo 18 anni.

Durante l’intervista, ha assicurato che non parlava di politica con Olivia e ha condiviso alcuni ricordi di quei momenti. Non era sicura dell’anno esatto, ma probabilmente è stato nel ’97, quando aveva intorno ai 18 anni. Quelle serate con Olivia sembrano ormai appartenere a un’altra vita. si occupavano di preparare il suo pasto, guardare cartoni animati e poi la Meloni la metteva a dormire. In altre parole, tutte le cose tipiche che si fanno con una bambina di 4 anni.

Nonostante fosse già coinvolta nella politica, con Olivia non ne parlava ovviamente. Passavano il tempo a giocare con i Lego, perché a quanto pare le Barbie non mi piacciono affatto a Giorgia Meloni. Guardavano i cartoni animati insieme. Ma non Cenerentola, perché non le piaceva affatto, vista la storia della scarpetta di vetro.

Inoltre la Meloni odio il rosa, le principesse e tutto ciò che ne consegue. Ma nemmeno Pocahontas rientrava nelle grazie dell’attuale Premier, che la ritiene un’altra storia diseducativa, dove la protagonista si innamora del conquistatore. Giorgia Meloni, invece, è a favore dell’autodeterminazione dei popoli.