mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeEconomiaAntalya in crisi: scopri l'incredibile motivo per cui 17.000 stranieri se ne...

Antalya in crisi: scopri l’incredibile motivo per cui 17.000 stranieri se ne vanno!

L’ondata di partenze tra i residenti stranieri nella provincia mediterranea turca di Antalya ha raggiunto livelli drammatici, con un impressionante 16% di loro che ha deciso di abbandonare la città nel solo 2023. Questo fenomeno, che si è intensificato negli ultimi quattro mesi, ha coinvolto circa 17.000 individui con permessi di residenza, che hanno preferito lasciare questo rinomato centro turistico. Le ragioni alla base di questa tendenza sono molteplici e includono l’aumento vertiginoso degli affitti e un generale incremento nel costo della vita che ha reso Antalya meno allettante per i residenti stranieri.

Antalya, un tempo rifugio prediletto soprattutto dai cittadini russi dopo la guerra russo-ucraina, ha subito un significativo calo della sua popolazione straniera a causa dell’aumento dei costi. L’aumento dei prezzi degli affitti e la revisione al rialzo della soglia minima per l’acquisto di immobili, ora fissata a 450.000 USD, sono stati fattori determinanti in questo declino.

Il mercato immobiliare ha registrato un calo delle vendite del 29,23% nei primi nove mesi del 2023, con un totale di 25.000 stranieri che hanno lasciato la provincia. Ali Bahar, presidente della Camera di Commercio e Industria di Antalya, ha sottolineato un calo del 10% dei residenti stranieri rispetto all’anno precedente, attribuendo questo fenomeno a una combinazione di fattori quali gli elevati costi degli affitti, il caro vita, le difficoltà nel processo di acquisizione della cittadinanza e nell’ottenimento dei permessi di residenza.

İsmail Çağlar, presidente della Camera degli Agenti Immobiliari, dei Concessionari Auto e dei Tracker Commerciali di Antalya, ha dichiarato che la bolla immobiliare e degli affitti nella città è finalmente scoppiata. Dopo aver raggiunto picchi di 25.000 lire turche (880 USD) durante la guerra, gli affitti stanno finalmente ritornando a livelli più normali. Tuttavia, questo trend di normalizzazione non è sufficiente a fermare la fuga dei residenti stranieri, che si trovano in difficoltà ad affrontare il costo della vita e le incertezze economiche.

Il turismo, settore cruciale per l’economia di Antalya, ha subito un duro colpo. La diminuzione dei residenti stranieri, molti dei quali svolgevano ruoli chiave nel settore turistico e alberghiero, ha lasciato un vuoto significativo. Gli esperti del settore temono che questa tendenza possa avere ripercussioni a lungo termine sulla qualità dei servizi offerti e sulla capacità della città di attrarre visitatori internazionali.

Per contrastare questa tendenza, le autorità locali stanno mettendo in atto diverse iniziative. Tra queste vi è l’introduzione di incentivi fiscali per i proprietari di immobili che decidono di affittare a prezzi accessibili. Inoltre, stanno semplificando il processo di ottenimento dei permessi di residenza e di cittadinanza per attrarre nuovi residenti stranieri.

Nonostante questi sforzi, molti esperti ritengono che la situazione richiederà tempo per stabilizzarsi. L’inflazione elevata, le incertezze politiche e le tensioni geopolitiche nella regione continuano a rappresentare una sfida significativa per Antalya e per la Turchia nel suo complesso. Tuttavia, ci sono segnali di cambiamento e speranza per il futuro, con una maggiore consapevolezza e impegno da parte delle autorità locali per migliorare la situazione economica e attrarre nuovi residenti stranieri.

RELATED ARTICLES

Ultime News