lunedì, Maggio 20, 2024
HomeAttualitàSandra Milo: l'addio a un'icona del cinema italiano, morta a 90 anni

Sandra Milo: l’addio a un’icona del cinema italiano, morta a 90 anni

Sandra Milo, la straordinaria attrice italiana, ha lasciato questo mondo nella sua amata Roma all’età di 90 anni, come confermato dalla sua famiglia. La notizia della sua morte ha sconvolto il panorama cinematografico italiano e ha suscitato un’ondata di emozioni tra i suoi numerosi ammiratori.

Sandra Milo, una carriera eccezionale

Nata Elena Liliana Greco il 11 marzo 1933 a Tunisi, Sandra Milo ha intrapreso una carriera cinematografica che ha spaziato per quasi settant’anni. Il suo debutto avvenne nel 1953 in “Via Padova, 46”, al fianco di Peppino De Filippo e Alberto Sordi. Da lì, lavorò con registi di fama come Antonio Pietrangeli, con cui iniziò un sodalizio artistico che portò a ruoli chiave in pellicole come “Lo scapolo” (1955) e “Adua e le compagne” (1960).

Riconoscimenti e successi

Nel corso della sua lunga carriera, Sandra Milo ha accumulato numerosi riconoscimenti. Ha vinto tre David di Donatello (2021) e due Nastri d’Argento (1964, 1966). Nel 2021, ha ricevuto il prestigioso premio alla carriera al David di Donatello, testimonianza del suo contributo straordinario al mondo del cinema italiano.

Vita personale e amori

La vita personale di Sandra Milo è stata altrettanto intensa della sua carriera sul grande schermo. Si è sposata giovanissima, a soli 15 anni, con il Marchese Cesare Rodighiero, un matrimonio breve ma che le ha aperto le porte dell’elite. Successivamente, ha trovato l’amore con il produttore Moris Ergas, con cui ha avuto sua figlia Deborah, oggi giornalista televisiva. Dopo il burrascoso matrimonio con Ergas, ha trovato ancora l’amore con Ottavio De Lollis, diventando madre di Ciro e Azzurra.

Sandra Milo: ritiro e ritorno al cinema

Nonostante il grande successo, Sandra Milo ha scelto di ritirarsi dal mondo dello spettacolo per dedicarsi alla famiglia. Tuttavia, nel 1973, è tornata con la miniserie televisiva “Sabato sera dalle nove alle dieci”. Dopo un periodo di pausa, ha fatto un ritorno trionfale sul grande schermo nel 1983 con “F.F.S.S., cioè… che mi hai portato a fare sopra Posillipo se non mi vuoi più bene?” e “Cenerentola ’80”.

Sandra Milo
Sandra Milo

Gli ultimi anni e il riconoscimento del 2021

Negli ultimi anni, Sandra Milo ha continuato a lasciare il segno, ricevendo nel 2021 un David di Donatello alla carriera. Nonostante le apparizioni sporadiche sul grande schermo, ha mantenuto il suo fascino perverso e la voce inconfondibile che ha affascinato registi e spettatori.

Eredità duratura e commozione del panorama cinematografico

Sandra Milo sarà sempre ricordata come un’icona del cinema italiano. La sua versatilità, il talento e la bellezza hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia della settima arte. La sua eredità continuerà a vivere attraverso i suoi indimenticabili contributi alla cinematografia italiana. La notizia della sua morte ha sconvolto il panorama cinematografico, e il mondo dello spettacolo piange la perdita di un’artista straordinaria.

RELATED ARTICLES

Ultime News