Hollywood, dopo 118 giorni di sciopero arriva una clamorosa svolta: ora cambia tutto!

0
189
Hollywood, accordo raggiunto tra attori e studios
Hollywood, accordo raggiunto tra attori e studios (foto ANSA)

Dopo 118 giorni di lotte, proteste e battaglie, finalmente si è giunti a un accordo tra gli attori di Hollywood e gli Studios. È stata una vera e propria guerra, combattuta giorno dopo giorno. Ora però, come riporta Fanpage, attraverso un comunicato i rappresentanti del sindacato SAG AFTRA annunciano che lo sciopero è ufficialmente terminato.

Sciopero di Hollywood: accordo raggiunto tra attori e studios

I giorni di mobilitazione e manifestazioni sono finalmente giunti al termine. Gli attori di Hollywood, uniti sotto la bandiera della Sag-Aftra, hanno lottato con tutta la loro forza per far sentire la voce delle loro richieste. Sono stati lunghi e difficili mesi, ma finalmente la fine dello sciopero è arrivata. L’industria cinematografica e televisiva statunitense ha attraversato un periodo di profonda crisi, durato più a lungo di quanto si potesse immaginare. La macchina del cinema sembrava essersi bloccata e le conseguenze di tale fermo iniziavano a farsi pesanti. L’intero comparto audiovisivo, dalle produzioni cinematografiche alle serie televisive, rischiava di essere messo a repentaglio.

Ma ora, grazie all’accordo raggiunto, si può finalmente tirare un sospiro di sollievo. Il comunicato del SAG AFTRA annuncia che è stata firmata un’intesa preliminare che mette fine allo sciopero di 118 giorni. Il voto per approvare l’accordo preliminare è stato unanime. La Sag-Aftra Tv/Theatrical Committee, nel pomeriggio di ieri, ha approvato il compromesso raggiungendo una decisione comune. L’accordo, quindi, ha superato l’ultima tappa e ora aspetta solo l’approvazione finale da parte del consiglio nazionale del sindacato.

Svolta dopo lo sciopero a Hollywood (foto ANSA)

I dettagli dell’accordo tanto atteso

L’accordo raggiunto tra i rappresentanti del SAG AFTRA e gli Studios ha una durata triennale. È stato firmato entro il termine limite stabilito dagli Studios stessi, che richiedevano una risposta chiara da parte del sindacato entro mercoledì 8 novembre. Tutto ciò che resta ora è ottenere l’approvazione definitiva dal sindacato stesso.

Ma cosa prevede l’accordo? Secondo quanto riportato dalla stampa di settore americana, l’accordo avrebbe un valore di un miliardo di dollari. Comprende aumenti salariali molto più significativi rispetto ad altri accordi sindacali, un form di pagamento specifico per lo streaming e una normativa sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Inoltre, vi sono anche massimali più alti per le assicurazioni pensionistiche e sanitarie, compensi maggiori per le comparse e delle disposizioni per proteggere le diverse comunità.

Appena questo accordo sarà ufficialmente firmato, entrerà in vigore immediatamente. Il settore cinematografico e televisivo potrà finalmente tornare al pieno delle sue attività, senza ulteriori interruzioni. È una notizia di grande soddisfazione per tutti gli attori coinvolti, ma anche per gli appassionati di cinema e televisione che non vedevano l’ora di poter tornare a godersi le loro storie preferite.