RIFIUTI. PROCESSO CERRONI, TRIBUNALE ASSOLVE TUTTI


(DIRE) Roma, 5 nov. – Tutti assolti. È terminato cosi’ il processo, iniziato a giugno del 2014, che vedeva imputati il patron di Malagrotta, Manlio Cerroni, i suoi stretti collaboratori, Francesco Rando e Bruno Landi, Giuseppe Sicignano, gia’ supervisore delle attivita’ operative nel tmb e nella discarica di Albano Laziale, Luca Fegatelli, gia’ a capo della direzione Rifiuti della Regione Lazio, Raniero De Filippis, gia’ a capo del dipartimento Territorio della Regione Lazio, e Piero Giovi, socio di imprese e storico collaboratore di Manlio Cerroni.

La sentenza pronunciata dal presidente del I collegio della I sezione del Tribunale di Roma, Giuseppe Mezzofiore, dopo circa otto ore di camera di consiglio, ha respinto totalmente le richieste del pm, Alberto Galanti, e cioe’ 6 anni per Manlio Cerroni, 5 anni per Bruno Landi e Francesco Rando, 4 anni per Giuseppe Sicignano, 2 anni per Luca Fegatelli, e Raniero De Filippis.

I sei a vario titolo erano accusati di associazione per delinquere, in alcuni casi finalizzata al traffico illecito di rifiuti e alla frode in pubbliche forniture. Alcuni capi di imputazione sono stati respinti per intervenuta prescrizione. Piero Giovi e’ stato assolto per non avere commesso il fatto.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*