COVID19: AUTUNNO A RISCHIO SOCIO-ECONOMICO


Le previsoni documentate nel nostro giornale  da tempo, nel sito www.supertstripes.net  del centro ricerca RICMASS,  si stanno avverando e  la pandemia riprende velocità di diffusione.

Per mitigare la “sbornia” del campionato europeo adesso l’unica misura adottabile è la stretta osservanza dell’uso del certificato EU di avvenuta e completa vaccinazione e, possibilmente, limitare l’accesso  a luoghi pubblici chiusi ai no-vax, per tutto il resto della stagione estiva.

La vaccinazione della popolazione scolastica è un’altra esigenza indifferibile. I mezzi pubblici con l’apertura delle scuole saranno il luogo di una veloce diffusione della pandemia  con seri rischi la tenuta del sistema scolastico in presenza, assolutamente necessario per gli alunni.

L’ampia vaccinazione speriamo possa essere un deterrente per la diffusione del virus e che siano limitati a pochi casi i ricoveri negli ospedali, oggi impegnati al recupero di diagnosi e terapie rimandate per  l’effetto COVID.

Rimane comunque il rischio, se non si prosegue l’opera di contenimento tramite l’uso del passaporto vaccinale, che aumentino le diffusioni di questa e di nuove, ulteriori, varianti.

Sarebbe drammatico per il turismo e per l’industria dell’intrattenimento, oltre che per le manifestazioni sportive e culturali. Tutti essenziali per la tenuta del PIL della (pacifica) convivenza sociale.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*