Subsonica: Realtà aumentata, il ritorno e l’esclusione da Sanremo

0
89
Subsonica
Subsonica

Il ritorno dei Subsonica sulla scena musicale con il loro decimo album, “Realtà Aumentata”, è stato accolto con entusiasmo dai fan. Tuttavia, le recenti notizie dell’esclusione della band dal Festival di Sanremo hanno sollevato diverse domande e curiosità tra i seguaci della musica italiana.

Subsonica: il ritorno trionfale

Dopo un periodo di pausa di quattro anni, i membri originali della band, Samuel Romano, Max Casacci, Davide “Boosta” Dileo, Enrico “Ninja” Matta, e Luca “Vicio” Vicini, hanno deciso di unirsi nuovamente per creare un nuovo capitolo della loro carriera. “Realtà Aumentata” è un viaggio musicale che dimostra la maturità e la versatilità della band, anticipato dai singoli Pugno di sabbia, Mattino di luce e Adagio.

La delusione di Sanremo per i Subsonica

Nonostante il passato glorioso dei Subsonica a Sanremo nel 2000 con il brano Tutti i miei sbagli, la partecipazione al festival nel 2024 non è stata una realtà. La band aveva presentato diversi brani di “Realtà Aumentata” ad Amadeus, il direttore artistico di Sanremo, ma sembra che la complessità e l’originalità degli arrangiamenti abbiano spiazzato il conduttore. I Subsonica hanno dichiarato che l’album è caratterizzato da brani che non seguono la tradizionale struttura canzone, con lunghi intro strumentali e assoli, forse motivo dell’incomprensione di Amadeus.

Le ragioni dietro l’esclusione

La band ha espresso la propria visione artistica, affermando che “Realtà Aumentata” è un romanzo distopico che affronta tematiche attuali come la pandemia, il negazionismo e le guerre. La musica dell’album sembra essere una riflessione sulla realtà contemporanea, spingendo verso un isolamento individuale anziché incoraggiare azioni collettive. Nonostante la delusione per l’esclusione da Sanremo, i Subsonica si sono mantenuti fedeli alla loro creatività e non avrebbero accettato compromessi sulla struttura dei loro brani.

Subsonica
Subsonica

La critica sociale

I testi di “Realtà Aumentata” sono un viaggio attraverso temi impegnativi come l’isolamento, la disinformazione e i conflitti globali. Brani come Cani umani, Missili e droni, e Africa su Marte delineano un panorama distopico di una “realtà aumentata”, dove le risposte collettive sembrano essere messe in secondo piano. La band cerca di trasmettere un messaggio critico attraverso la sua musica, evidenziando le sfide della società contemporanea.

Nonostante l’esclusione da Sanremo, i Subsonica guardano al futuro con determinazione. L’album è stato concepito per essere suonato dal vivo, e la band ha annunciato un tour nei palasport che inizia il 3 aprile a Mantova e termina all’8 aprile al Palazzo dello Sport di Roma. L’unico duetto presente nell’album è con Willie Peyote e Ensi su Scoppia la bolla, sottolineando la volontà della band di evitare i duetti convenzionali e di concentrarsi sulla forza della loro musica eseguita dal vivo.

Conclusione

Il ritorno dei Subsonica con “Realtà Aumentata” rappresenta un momento significativo nella loro carriera. Mentre l’esclusione da Sanremo può essere considerata una delusione, la band rimane fedele alla propria identità artistica, continuando a sfidare le convenzioni musicali e ad affrontare tematiche sociali importanti. Sarà interessante vedere come questo nuovo capitolo si inserirà nel panorama della musica italiana e internazionale, e come i Subsonica affronteranno le sfide future con la loro musica audace e originale.