lunedì, Giugno 24, 2024
HomeCultura e SocietàAngelo Mellone: arriva la smentita della Rai, Fiorello e Venier restano pilastri...

Angelo Mellone: arriva la smentita della Rai, Fiorello e Venier restano pilastri insostituibili

Il mondo dell’intrattenimento Rai si è recentemente trovato al centro di controversie a seguito delle dichiarazioni del direttore dell’Intrattenimento Day Time, Angelo Mellone, in un’intervista a La Repubblica. Le sue osservazioni su Fiorello e Mara Venier hanno sollevato dubbi sulla stabilità della programmazione Rai. In risposta, la Rai ha emesso una dichiarazione ufficiale tramite l’Ansa, respingendo le affermazioni di Mellone e sottolineando l’importanza insostituibile di Fiorello e Venier per il servizio pubblico.

Le dichiarazioni di Angelo Mellone

Con la fine dell’anno alle porte, Mellone ha fatto un bilancio dei successi e dei problemi dell’azienda, evidenziando la necessità di riportare la creatività all’interno della Rai. Tuttavia, sono state le sue parole su Fiorello e Venier a catalizzare l’attenzione e a generare preoccupazioni sul futuro della programmazione.

Mellone ha criticato l’esternalizzazione della creatività all’interno della Rai, affermando che l’azienda deve tornare a investire su format originali. Ha sottolineato il suo impegno nel promuovere “programmi di territorio,” definendo il grande racconto italiano come il racconto dell’identità nazionale. Tuttavia, le sue osservazioni su Fiorello e Venier hanno attirato maggiore attenzione e reazioni.

Angelo Mellone
Angelo Mellone (foto ANSA)

La critica a Fiorello: “Doveva andare su Rai 1”

Ripensando alla stagione invernale, Mellone ha dichiarato che Fiorello, con gli alti ascolti mattutini su Rai 2, sta sottraendo pubblico alle reti Rai anziché a Mediaset. Ha definito l’assegnazione di Fiorello a Rai 2 come un “errore iniziale”, suggerendo che avrebbe dovuto andare in onda su Rai 1. Questa osservazione ha sollevato domande sulla gestione delle risorse e sulla programmazione strategica dell’azienda.

Dubbi sul futuro di Venier: “Tutta da inventare”

Altrettanto significative sono state le parole di Mellone riguardo a Mara Venier e il futuro di Domenica In. Ha dichiarato che la prossima stagione è “tutta da inventare” e che bisogna vedere cosa succederà con Venier, definendola una “fuoriclasse”. Ha suggerito una possibile rivisitazione della programmazione domenicale con un’offerta che potrebbe includere elementi di cronaca e intrattenimento, forse a segmenti.

La risposta decisa della Rai dopo le dichiarazioni di Angelo Mellone

In risposta alle dichiarazioni di Mellone, la Rai ha emesso una dichiarazione affermando che i riferimenti a Fiorello e Venier sono “parole in libertà” che non corrispondono al pensiero del Vertice aziendale. La dichiarazione ha sottolineato il talento, la passione e il grandissimo successo di ascolti di Fiorello, definendolo una “star assoluta” e confermando la sua presenza su Rai 2. Analogamente, è stato ribadito il contributo fondamentale di Venier alla Rai, riconoscendo la sua importanza per la prossima stagione.

Conclusioni

Le polemiche innescate dalle dichiarazioni di Angelo Mellone hanno messo in luce le sfide e le tensioni nel panorama televisivo italiano. Mentre Mellone ha espresso le sue opinioni sulla gestione e la programmazione, la risposta pronta e decisa della Rai ha ribadito l’importanza insostituibile di Fiorello e Venier per il servizio pubblico. La programmazione futura sembra pertanto ancorata alla presenza di questi volti di punta e al contributo che continuano a portare al successo dell’azienda.

RELATED ARTICLES

Ultime News