Miss Italia, nuova conduttrice e web in rivolta contro la decisione presa: cosa non convince?

0
198
Miss Italia (Foto ANSA)
Miss Italia (Foto ANSA)

La nuova conduttrice di Miss Italia non convince e il web è completamente in rivolta. Che cosa non convince loro?

Jo Squillo è la nuova conduttrice di Miss Italia

Torna l’indiscusso concorso di bellezza, pronto a incoronare la sua nuova reginetta nell’edizione 84 di Miss Italia, che si terrà a Salsomaggiore Terme a partire dall’8 novembre. La serata cruciale, durante la quale verrà scelta la vincitrice, è prevista per il sabato 11 novembre. Per tale occasione, è stata annunciata Jo Squillo come padrona di casa.

Jo Squillo (Foto ANSA)
Jo Squillo (Foto ANSA)

La finale di Miss Italia 2023 avrà luogo nel prestigioso Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore Terme. L’evento sarà trasmesso in streaming a partire dalle 19:00 sul sito di Rainews. Gli istanti finali, che culmineranno nell’attesa incoronazione, saranno trasmessi anche su Rainews 24 (canale 48). Le concorrenti in gara per il titolo di “più bella del reame” sono ben 40, rappresentanti di ogni regione d’Italia.

La carriera di Jo Squillo

Jo Squillo è recentemente apparsa in Tale e Quale Show 2023, sebbene il suo percorso nel programma non abbia brillato particolarmente. Fino ad ora, non ha commentato l’annuncio della sua partecipazione come conduttrice del concorso Miss Italia. Sarà interessante vedere come l’artista riuscirà a conciliare il suo impegno per i diritti delle donne con un concorso considerato anacronistico, che premia la bellezza con fascia e corona.

Il concorso Miss Italia è stato oggetto di critiche da parte del movimento femminista negli anni passati. Recentemente, l’ipotesi del ritorno del concorso in Rai ha suscitato una forte opposizione da parte delle maggiori esponenti del movimento. Addirittura, riviste come Vanity Fair hanno etichettato il concorso come sessista, diseducativo e simbolo del patriarcato. Mentre le contraddizioni sono evidenti, la responsabilità di affrontare questa situazione ricade ora su Jo Squillo, che dovrà cercare le parole giuste per gestirla.

La lotta per i diritti delle donne continua anche con Miss Italia

Jo Squillo, pseudonimo di Giovanna Maria Coletti, ha fatto la sua comparsa sulla scena musicale italiana come parte del gruppo femminile punk Kandeggina Gang. Nel 1991, ha partecipato al Festival di Sanremo insieme a Sabrina Salerno, esibendo il brano “Siamo donne,” scritto da lei stessa e diventato un cult. Ha debuttato come conduttrice televisiva nel 1991 con il programma musicale “Scorribande” su Antenna 3 e ha fatto il suo esordio come attrice nel 1992 nel film “Gole ruggenti” di Pier Francesco Pingitore.

Nel suo percorso personale, Jo Squillo è stata impegnata in una lunga relazione con l’ex musicista e produttore discografico Gianni Muciaccia, con il quale è convolata a nozze. La coppia risiede a Milano e, nonostante non abbia avuto figli propri, la cantante ha rivelato di avere una figlia “elettiva” nella sua vita, una giovane che è entrata nel suo cuore dopo la perdita dei suoi genitori. Jo Squillo è anche un’attivista per i diritti delle donne e ha creato il progetto “Wall of Dolls” nel 2013, un’installazione a Milano che denuncia la violenza contro le donne. Negli ultimi anni, ha diretto documentari su questo importante tema.