venerdì, Luglio 12, 2024
HomeEconomiaL'inflazione Usa morde: come reagiscono i consumatori

L’inflazione Usa morde: come reagiscono i consumatori

L’incubo dell’inflazione Usa ha messo le famiglie americane con le spalle al muro, con un aumento dei prezzi che ha raggiunto il 3,7% nell’ultimo anno. Questa situazione economica, caratterizzata da una pressione sempre più insostenibile, ha costretto la maggior parte dei consumatori a rivedere le proprie abitudini di spesa, cercando disperatamente di adattarsi a una realtà finanziaria sempre più difficile da affrontare.

Secondo un recente sondaggio condotto da CNBC-Morning Consult, ben il 92% degli americani afferma di aver drasticamente ridotto le proprie spese. Ma come si stanno realmente comportando i consumatori di fronte a questa sfida? Ecco cinque strategie con cui gli americani stanno cercando di far fronte all’inflazione.

Taglio delle spese su beni essenziali e non: Nel giugno scorso, uno studio condotto da CNBC e Morning Consult ha rivelato che quasi l’80% dei consumatori ha deciso di ridurre le spese su beni non essenziali, come intrattenimento, arredamento, elettrodomestici e abbigliamento. In uno studio più recente, è emerso che i consumatori sono più inclini a rinunciare all’acquisto di abbigliamento (63%), a frequentare ristoranti e bar (62%) e a partecipare a uscite di intrattenimento (56%). Sorprendentemente, circa due terzi dei consumatori stanno persino tagliando le spese su beni essenziali come alimentari, bollette e benzina.

Una visione cauta delle festività: Con l’avvicinarsi delle festività, molti consumatori prevedono di ridurre ulteriormente le spese. In particolare, i baby boomer e la Generazione X stanno evitando spese eccessive. Solo il 20% dei baby boomer prevede di concedersi qualche lusso quest’anno, mentre la percentuale sale al 55% tra i giovani della Generazione Z.

L’inflazione Usa inizia a impattare sui consumatori

Acquista ora, paga dopo: Per contrastare gli effetti dell’inflazione, molti americani stanno ricorrendo a forme di finanziamento a breve termine. Secondo uno studio condotto da LendingTree, il 46% degli americani ha utilizzato il servizio “buy now, pay later”, in netto aumento rispetto al 31% dell’anno scorso. Questa tendenza è particolarmente popolare tra i giovani, con il 63% della Generazione Z e il 55% dei millennials che hanno dichiarato di aver utilizzato questo servizio.

La crescente rinuncia all’assicurazione auto: A causa dell’aumento delle tariffe assicurative, sempre più automobilisti americani stanno prendendo la decisione di non assicurare i loro veicoli. Questa tendenza sta diventando particolarmente preoccupante, con un aumento degli automobilisti non assicurati in stati come il New Hampshire, il South Dakota e l’Indiana.

Nonostante tutto, le spese continuano ad aumentare: Nonostante i sondaggi evidenzino una maggiore prudenza nelle spese, i dati mostrano che gli americani stanno effettivamente spendendo di più rispetto all’anno scorso. Le spese medie delle famiglie sono aumentate del 5,5% ad agosto rispetto allo stesso periodo del 2022, superando addirittura l’inflazione.

In conclusione, mentre l’inflazione continua a mettere sotto pressione i consumatori americani, questi ultimi stanno cercando diverse strategie per adattarsi a questa situazione economica sempre più difficile. La maggiore prudenza nelle spese, l’utilizzo di nuove forme di finanziamento e un atteggiamento più cauto nei confronti delle festività sono solo alcune delle strategie messe in atto da molti americani.

RELATED ARTICLES

Ultime News