sabato, Giugno 15, 2024
HomeEconomiaIl Geriatra: Custode della Salute nella Terza Età

Il Geriatra: Custode della Salute nella Terza Età

Il geriatra è un medico specializzato nella salute e nel benessere degli anziani. Questa figura professionale riveste un ruolo cruciale all’interno del sistema sanitario, soprattutto alla luce dell’aumento dell’aspettativa di vita e del progressivo invecchiamento della popolazione. L’importanza della geriatria come disciplina emerge proprio dall’esigenza di rispondere in modo adeguato alle complesse necessità sanitarie legate all’età avanzata.

Nonostante le sfide legate a questa specializzazione, la geriatria è una branca della medicina che offre grandi soddisfazioni personali e professionali. I geriatri lavorano spesso a contatto con pazienti che hanno accumulato una vasta esperienza di vita e che possono presentare un’ampia varietà di condizioni mediche, alcune delle quali particolarmente complesse a causa della presenza di più patologie contemporaneamente, fenomeno noto come multimorbilità.

Il geriatra, dunque, si occupa della prevenzione, della diagnosi, del trattamento e della gestione delle malattie e delle condizioni invalidanti nell’anziano. Non si limita alla cura delle patologie singole, ma si concentra sull’individuo nella sua complessità, con l’obiettivo di mantenere il più alto livello possibile di autonomia e di qualità della vita.

L’approccio multidisciplinare è uno degli aspetti peculiari della geriatria. Il geriatra collabora spesso con una squadra di specialisti, che può comprendere infermieri, fisioterapisti, psicologi, nutrizionisti e assistenti sociali, per sviluppare un piano di cura personalizzato. Questo perché le sfide che emergono nella gestione dell’anziano vanno oltre il trattamento delle singole malattie e richiedono un’attenzione particolare ai bisogni complessivi della persona, incluse le sue esigenze sociali e ambientali.

Un altro aspetto distintivo della geriatria è la gestione della polifarmacoterapia, ovvero l’uso contemporaneo di più farmaci, che negli anziani può comportare un rischio maggiore di interazioni e di effetti collaterali. Il geriatra deve essere esperto nell’individuare le terapie più appropriate, valutando il potenziale beneficio di ogni farmaco in rapporto ai rischi, considerando le condizioni di salute complessive del paziente e la possibile interferenza tra diverse terapie.

I geriatri si trovano ad affrontare una varietà di condizioni che assumono connotazioni particolari nella terza età, come le malattie cardiovascolari, il diabete, l’osteoporosi, le malattie neurodegenerative (ad esempio l’Alzheimer e il Parkinson) e i tumori. Allo stesso tempo, devono essere particolarmente attenti a condizioni meno evidenti ma altrettanto impattanti, come la depressione, la malnutrizione, l’incontinenza, la caduta e la fragilità.

La fragilità, in particolare, è un concetto chiave nella geriatria ed è definita come una condizione di ridotta resistenza agli stressor dovuta alla diminuzione delle riserve fisiologiche. La rilevazione e l’intervento sulla fragilità sono essenziali per prevenire la disabilità e per migliorare l’outcome dei pazienti anziani.

Un aspetto particolarmente delicato della professione del geriatra è la gestione della fine della vita. Il geriatra deve saper affrontare questioni etiche complesse, come quelle relative al fine vita, alle disposizioni anticipate di trattamento (DAT), alla limitazione delle cure e alla palliazione. La capacità di comunicare efficacemente e con empatia con i pazienti e i loro familiari è quindi fondamentale.

La formazione per diventare geriatra richiede la laurea in Medicina e Chirurgia, seguita da una specializzazione in Geriatria che dura solitamente quattro o cinque anni, a seconda del paese in cui si svolge il percorso formativo. Durante questo periodo, il medico si forma sia attraverso la pratica clinica in ospedale e in altri contesti assistenziali, sia attraverso lo studio degli aspetti teorici e metodologici della medicina dell’invecchiamento.

In termini di inserimento lavorativo, i geriatri possono operare in diversi contesti: ospedali, cliniche, residenze per anziani, centri diurni, strutture di riabilitazione, ambulatori e, in alcuni casi, a domicilio del paziente. Inoltre, possono essere coinvolti in attività di ricerca e di formazione, contribuendo all’avanzamento delle conoscenze nel campo della geriatria e alla preparazione delle nuove generazioni di medici.

Il ruolo del geriatra è destinato a crescere in rilevanza nei prossimi anni, in risposta alla crescente domanda di assistenza medica qualificata per gli anziani. Affrontare le sfide legate all’invecchiamento della popolazione richiede un impegno collettivo e la valorizzazione della geriatria è un passo importante in questa direzione. Il geriatra non è solo un medico che cura i suoi pazienti, ma è anche un alleato nella promozione di una società più inclusiva e attenta alle esigenze delle persone anziane.

RELATED ARTICLES

Ultime News