Enel annuncia investimenti massicci: dal 2027 addio al carbone!

0
251
Enel
Enel

La trasformazione del settore energetico è ormai in atto e Enel si pone come uno dei principali protagonisti di questa rivoluzione. Il CEO Flavio Cattaneo ha delineato un piano strategico ambizioso, che mira a massimizzare la redditività e minimizzare i rischi attraverso un approccio selettivo agli investimenti. Presentato ufficialmente il 22 novembre, il piano triennale di Enel per il periodo 2024-2026 è stato accolto come una mossa audace in un contesto globale segnato da incertezze geopolitiche e crescente domanda di energia.

Questo piano si basa su tre pilastri fondamentali, ognuno dei quali svolge un ruolo cruciale nella realizzazione della visione di Enel. Il primo pilastro riguarda la redditività, la flessibilità e la resilienza nell’allocazione dei capitali. Enel prevede di investire complessivamente circa 35,8 miliardi di euro nei prossimi tre anni, di cui una parte significativa sarà destinata alle reti e alle energie rinnovabili. L’obiettivo è ottenere finanziamenti europei per sostenere i progetti di sviluppo delle reti e stabilire partnership per l’espansione delle fonti di energia rinnovabile.

Enel concentrerà gli investimenti principalmente in Italia, Spagna, America Latina e Nord America, con l’obiettivo di migliorare la redditività delle reti esistenti e prepararsi per la liberalizzazione del settore retail. Gli investimenti nelle reti sono stimati intorno a 18,6 miliardi di euro, con un focus particolare sull’Italia.

Il secondo pilastro del piano riguarda l’efficienza e l’efficacia operative. Enel ha l’obiettivo di migliorare l’equilibrio finanziario e aumentare la generazione di cassa, riducendo al contempo i costi attraverso la ridefinizione dei processi aziendali e un piano di dismissioni mirate. L’obiettivo è raggiungere un risparmio di circa 1,2 miliardi di euro.

Il terzo pilastro del piano di Enel è dedicato alla sostenibilità, sia finanziaria che ambientale. L’azienda si impegna a ridurre il costo medio dell’indebitamento e a chiudere tutti gli impianti a carbone entro il 2027, con l’ambizioso obiettivo di raggiungere emissioni zero entro il 2040.

Questo piano rivoluzionario rappresenta un passo cruciale verso un futuro più sostenibile ed energetico. Enel sta lavorando senza sosta per trasformare questa visione in realtà. Il settore dell’energia verde sta subendo una profonda trasformazione e Enel è in prima linea per guidare questa rivoluzione.

Ma l’impegno di Enel verso la sostenibilità e l’energia verde non si limita solo al piano triennale. L’azienda sta attivamente promuovendo l’innovazione tecnologica e lo sviluppo di soluzioni energetiche avanzate per affrontare le sfide ambientali globali. Inoltre, Enel è fortemente orientata verso la collaborazione con partner strategici, istituzioni e organizzazioni internazionali per condividere conoscenze ed esperienze, contribuendo così a creare un ecosistema globale dell’energia sostenibile.

L’approccio di Enel nei confronti delle energie rinnovabili e la sua visione a lungo termine basata sulla sostenibilità la pongono come un punto di riferimento nell’industria energetica globale. L’azienda sta affrontando le sfide del presente con l’obiettivo di plasmare il futuro, garantendo un approvvigionamento energetico sicuro, pulito e sostenibile per le generazioni future. Enel è pronta a guidare il cammino verso un futuro energetico migliore e l’intero settore è in attesa di vedere come questa visione si tradurrà in realtà.