La defaillance del Corriere della Sera


Vittorio Feltri recita il de profundis per il corrierone (“il management è attratto dal burrone: desidera finirci dentro in pieno”), un tempo glorioso giornale di notizie della borghesia lombarda e italiana, e scommette sul prossimo direttore, perché De Bortoli in lite con la proprietà inseguirebbe la “liquida” invece di andarsene sbattendo la porta.

Questione di dignità! Che il Corriere della Sera vada male e abbia perso l’appeal di un tempo è certificato dai numeri delle vendite e dalla alienazione della storica sede di via Solferino. Perché vada male, nel contesto di una stampa massacrata dalla disaffezione dei lettori, è l’interrogativo che Feltri non si pone.

Forse nel timore che possa rimanere coinvolto anche Il Giornale, che ha perso completamente l’allure del giornale liberale e continua momentaneamente a vendere solo perché difende Berlusconi. Il Corriere della Sera va male perché è fatto male, molto semplicemente, e subisce la competizione del web e di Repubblica, inutilmente inseguita sulla via del giornale-partito. Repubblica rappresenta una comunità (lo ha ribadito Scalfari in occasione dei suoi novanta anni) che più o meno rispetta e da cui non è tradita.

Il Corriere della Sera ha riferimenti ondivaghi che non si fanno scrupolo di stritolare gli interessi del giornale (notizie e vendite) e i lettori lo hanno percepito. Il caso Seat è la cartina di tornasole della notizia bucata, che però interessa 300.000 persone e lettori potenziali, oltre le famiglie, che sono i risparmiatori traditi, che nella borsa, afflitta dai malanni più volte trattati su queste colonne, hanno perso vari miliardi di euro.

C’è una iniziativa risarcitoria, che ha denunciato in anteprima (tre anni prima) gli illeciti “scoperti” dalla direzione sociale in carica che ha dovuto proporre l’azione di responsabilità nei confronti degli esecutori di tali illeciti, e il corrierone ignora la notizia di interesse di 300.000 lettori, oltre che della giustizia. Perché il caso Seat è clamoroso, ma è emblematico! Ecco perché il Corriere della Sera va male, è molto semplice. I lettori non trovano nel giornale notizie di interesse.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*