Coldplay, volano accuse dall’ex manager: band citata in giudizio per una cifra astronomica!

0
237
Coldplay, le accuse dell'ex manager
Coldplay, le accuse dell'ex manager

L’ex manager dei Coldplay, Dave Holmes, ha intentato una causa da circa 11,5 milioni di euro contro la band per il mancato pagamento di alcune commissioni. Secondo Holmes, come riporta il Corriere della Sera, i membri della rock band non hanno rispettato un accordo che prevedeva il pagamento di una commissione per il loro decimo e undicesimo album in studio.

Coldplay nei guai: l’accusa dell’ex manager Holmes

Un documento depositato presso l’Alta Corte del Regno Unito ha svelato i dettagli di questa controversia che ha portato alla separazione tra Holmes e i Coldplay. Secondo la causa, la band ha ricevuto un anticipo di oltre 40,8 milioni di euro per il decimo album e quasi 35 milioni di euro per l’undicesimo e dodicesimo album.

Holmes sostiene che avrebbe dovuto ricevere una commissione su questi importi. Nel contratto precedente, che riguardava l’ottavo e il nono album della band, “Everyday Life” e “Music of the Spheres”, Holmes aveva ricevuto una commissione tra l’8% e il 13%.

L’importo richiesto è di circa 11,5 milioni di euro

Oltre alla gestione logistica della registrazione degli album, che includeva la pianificazione dei budget, l’organizzazione delle sessioni di registrazione e il coordinamento con il produttore musicale Max Martin, Holmes sostiene di aver lavorato anche sulle date dei tour in vari paesi, come gli Stati Uniti, l’Asia e l’Australia. Ora chiede al tribunale britannico di confermare la validità del contratto per il decimo e undicesimo album dei Coldplay e di ordinare il pagamento delle commissioni dovute.

In alternativa, chiede il risarcimento dei danni o il pagamento di una somma adeguata per il lavoro svolto fino a oggi. I suoi avvocati stimano che l’importo richiesto si aggiri attorno ai 11,5 milioni di euro. In risposta, un rappresentante della band ha dichiarato che il contratto di Dave Holmes con i Coldplay è scaduto alla fine del 2022 e che la questione è ora nelle mani degli avvocati della band, che stanno contestando le accuse in modo deciso.