‘VERGOGNA’, GALLERA MINACCIA QUERELE SUL CASO RSA


‘CHIAMATA SU BASE VOLONTARIA SOLO A STRUTTURE CON PADIGLIONI SEPARATI’ (DIRE) Milano, 6 apr. – “Vergognoso e’ l’attacco di quelli che dicono che abbiamo imposto pazienti covid alle Rsa, e’ una vergogna di cui qualcuno rispondera’ anche davanti alla magistratura, perche’ Regione Lombardia si e’ sempre mossa nella correttezza e mettendo la salute di tutti al primo posto, di chi era ricoverato in ospedale ma anche di chi era ricoverato alle Rsa”. Lo dice l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera che replica a chi accusa il Pirellone di aver imposto pazienti covid alle strutture di ricovero per anziani, alimentando il contagio. Partendo dal Pio albergo Trivulzio di Milano M5s, Pd e Verdi hanno allargato il problema alla gestione complessiva delle case di riposo in regione, e il Sole che ride ha anche presentato un esposto alla magistratura. Gallera specifica come nell’ordinanza dell’8 marzo Palazzo Lombardia chiedesse si’ alle Rsa il ricovero di eventuali eccedenze covid, ma in maniera volontaria e soprattutto “solo a quelle strutture autonome dal punto di vista strutturale”, cioe’ “con un padiglione separato dagli altri o struttura fisicamente indipendente”, quindi “solo Rsa che avessero padiglioni separati dagli altri, con personale dedicato esclusivamente ai pazienti covid e che non avesse rapporti con gli altri: solo queste strutture sono state chiamate”, precisa.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*