ROMA. SPARARONO A MANUEL BORTUZZO, CONDANNATI A 16 ANNI I DUE AGGRESSORI

bortuzzo

(DIRE) Roma, 9 ott. – Una condanna a 16 anni di carcere e una provvisionale di 300mila euro a titolo di risarcimento. Questa la decisione del Gup Daniela Caramico D’Auria, nei confronti di Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, i due 25enni accusati del tentato duplice omicidio del nuotatore Manuel Bortuzzo e della fidanzata, avvenuto la notte tra il 2 e il 3 febbraio scorsi nel quartiere Axa di Roma.

Bortuzzo, colpito da un proiettile alla schiena, e’ rimasto paralizzato alle gambe. Quella sera era insieme alla fidanzata Martina Rossi, in piedi davanti a un distributore di sigarette, quando Bazzano e Marinelli spararono mentre si trovavano a bordo di uno scooter. Per i due la Procura aveva chiesto una condanna a 20 anni di carcere. I due aggressori hanno scelto il rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena.

Confermata l’aggravante della premeditazione, ma non quella dei futili motivi, nella sentenza che ha condannato a 16 anni di carcere i due aggressori 25enni.

“Mi sembra una sentenza giusta, l’impianto accusatorio ha retto, compresa la premeditazione. Ho comunicato al padre di Manuel la sentenza e mi ha chiesto se era una sentenza giusta e gli ho detto di si'”. A dirlo e’ l’avvocato Massimo Ciardullo, legale di Manuel Bortuzzo, commentando la sentenza emessa dal gup oggi a Roma.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*