ROMA. NEONATA MUORE IN DOPO PARTO IN CASA, MADRE ACCUSATA DI OMICIDIO

ambulanza

(DIRE) Roma, 20 gen. – E’ morta ieri pomeriggio, dopo appena due giorni dalla nascita, in seguito alle gravi ferite riportate. Ora la Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio nei confronti di una donna romana di 29 anni che sabato mattina, a Vitinia, nella zona del litorale romano di Ostia, ha chiesto l’intervento del 118 perche’ la figlia, nata in casa da qualche ora, era caduta rovinosamente a terra battendo la testa.

Due giorni fa, dopo la chiamata di una donna al 118, nella casa di Vitinia sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Ostia, che hanno trovato la neonata in gravi condizioni e l’hanno affidata ai sanitari per il trasporto d’urgenza all’ospedale Bambino Gesu’ di Roma. La madre invece, e’ stata prima portata all’ospedale Sant’Eugenio per le cure post partum, dove e’ stata piantonata dai Carabinieri e posta in stato di fermo.

La neonata era arrivata in ospedale in arresto cardio-circolatorio e ricoverata in prognosi riservata per ferite lacero contuse alla testa. Al fermo, prima per tentato infanticidio e ora per omicidio, sono arrivati i Carabinieri di Ostia dopo aver raccolto i racconti dei sanitari, della madre e della nonna, una svedese di 72 anni che sarebbe stata presente in casa al momento dei fatti.

L’anziana, secondo un prima ricostruzione, avrebbe trovato la figlia a terra con la neonata, ancora con il cordone ombelicale attaccato. Non e’ chiaro se fosse a conoscenza di quanto stesse accadendo. Al vaglio l’esatta ricostruzione dell’accaduto.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*