ROMA. NASCONDEVA IN CAMPAGNA 165 KG MARIJUANA: ARRESTATO UN PENSIONATO

gdf-operazione

(DIRE) Roma, 23 nov. – I militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno sequestrato oltre 165 kg di marijuana, in un casolare nell’agro del comune di Mazzano Romano e tratto in arresto un insospettabile pensionato, proprietario del fondo.

I Finanzieri del I Gruppo Roma dopo un’accurata attivita’ investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Tivoli e partita dal monitoraggio delle aree della movida romana piu’ esposte al fenomeno dello spaccio e del consumo di stupefacenti, sono riusciti a risalire a un vero e proprio centro di stoccaggio della droga, abilmente ricavato e nascosto in una localita’ impervia all’interno del Parco regionale Valle del Treja.

Giunti sul posto, i militari hanno individuato un manufatto adibito ad ‘essiccatoio’, al cui interno erano presenti centinaia di arbusti di canapa essiccati appesi, sistemati ordinatamente e pronti per essere lavorati e per ricavare la sostanza stupefacente da porre in vendita. Oltre alle piante allucinogene, i militari hanno rinvenuto anche marijuana gia’ pronta e selezionata per tipologia, nonche’ bilance, bilancini e materiale indispensabile alla coltivazione, trattamento e confezionamento della stessa, da destinare alle piazze di spaccio della Capitale.

Le Fiamme Gialle, al termine delle attivita’, hanno sottopposto a sequestro circa 165 kg di marijuana che, immessa in circolazione, avrebbe fruttato oltre 700.000 euro, oltre a tutto il materiale necessario per la lavorazione e il confezionamento della droga. Il cittadino italiano settantenne che gestiva l’impianto di lavorazione dello stupefacente e’ stato tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Rebibbia a disposizione dell’Autorita’ giudiziaria. Determinante per il maxi sequestro e’ stato il quotidiano controllo economico del territorio svolto dalla Guardia di Finanza, anche attraverso le pattuglie del servizio di pubblica utilita’ 117.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*