ROMA. ‘CIRCONDATA’ EX SCUOLA VIA CARDINAL CAPRANICA, SI ATTENDE SGOMBERO

sgombero

(DIRE) Roma, 15 lug. – E’ salita gia’ nella notte la tensione nell’occupazione di via Cardinal Capranica, in zona Primavalle, a Roma. Gia’ dalle 23.30 infatti, nella zona circostante la palazzina in cui vivono circa 300 persone, 78 nuclei familiari con 80 bambini, sono arrivate decine di agenti del Reparto Mobile della Questura di Roma, che con i blindati hanno ‘circondato’ la struttura.

Gli occupanti, preoccupati da un imminente sgombero, per protesta hanno accatastato pneumatici e mobilio a formare delle barricate e alcuni di loro sono saliti sul tetto, dove campeggia lo striscione ‘Roma si barrica’.
Intanto, circa 200 persone tra appartenenti ai movimenti per la casa e abitanti degli alloggi popolari della zona si sono radunate in via Pietro Bembo per organizzarsi e cercare di opporsi allo sgombero.
Il fabbricato di via Cardinal Capranica, una ex scuola, e’ da tempo oggetto di discussione in Prefettura a Roma. Lo stabile risulta essere il primo nella lista stilata dopo la circolare del Viminale che impone di liberare le strutture occupate in tutta Italia. E cosi’, secondo quanto si apprende, l’operazione di sgombero prevista per la giornata di oggi sarebbe iniziata in nottata per anticipare la manifestazione dei movimenti per la casa che sarebbe dovuta iniziare all’alba.

Un gruppo di occupanti dell’ex scuola Don Calabria in via Cardinal Capranica, dove da questa notte sono partite le operazioni per la liberazione dello stabile, ha accettato gli alloggi alternativi proposti. Al momento una delegazione di esponenti della Questura e della Polizia Locale sta provando ad avviare un dialogo con gli altri occupanti. In questa fase stanno uscendo alcune famiglie per l’abbinamento con gli alloggi.

Presenti oltre alla Polizia, una cinquantina di agenti della Polizia Locale, Gruppi speciali di sicurezza urbana e Gruppo Monte Mario, anche con personale del reparto assistenza emarginati per fornire supporto agli occupanti unitamente ai servizi sociali.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*