ROMA. “SIAMO AMICI DI SUO NIPOTE”, E TENTANO TRUFFA AD ANZIANA: ARRESTATI

Anziani, foto generica

(DIRE) Roma, 27 feb. – I Carabinieri della Stazione di Roma Torpignattara hanno arrestato in flagranza di reato, due persone, di 39 e 63 anni, entrambi di origini campane, all’interno in un ufficio postale, mentre stavano per mettere a segno l’ennesima truffa in danno di una persona anziana.

I due, dopo aver avvicinato la vittima, una 81enne romana, con la scusa di dover ricevere una somma di denaro da parte del nipote, per una fantomatica vendita di un computer, sono riusciti a farsi consegnare la somma contante di 140 euro. I truffatori, non contenti della cifra appena intascata, hanno continuato la sceneggiata, inducendo l’anziana a dirigersi verso l’ufficio postale per prelevare i restanti 1.400 euro, per colmare totalmente il debito del nipote.

Quando si sono presentati con l’anziana allo sportello di via Gabrio Serbelloni, insospettito dal prelievo anomalo e dai due accompagnatori della donna, il direttore si e’ insospettito ed ha allertato il 112. Il tempestivo intervento dei Carabinieri ha permesso di bloccare i due truffatori nell’atto della consegna della restante parte di denaro e di arrestare i due malviventi. Dopo l’arresto i due sono stati accompagnati in caserma, dove sono stati trattenuti in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

Proprio al fine di contrastare tale tipologia di reato i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina stanno tenendo una serie di incontri con gli anziani dei quartieri della periferia sud-est della capitale, organizzati in collaborazione con i centri di aggregazione quali parrocchie ed associazioni. L’obiettivo e’ promuovere il contatto e la comunicazione, rivolgendosi alle fasce deboli, fornendo loro informazioni utili per le rispettive esigenze nonche’ consigli su come evitare possibili truffe e raggiri da parte di malintenzionati.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*