Roma. Africa-Italia, giovedì si parla di sviluppo industriale

oliver_migliore_nzola_kenya

(DIRE) Roma, 17 ott. – “La crisi che ha investito il sistema economico e produttivo dei Paesi occidentali ha portato negli ultimi anni a un riassetto delle relazioni commerciali tra l’Italia e l’estero: se da un lato si sono chiusi o ridotti gli scambi con alcuni mercati (si pensi ad esempio alla Russia) dall’altro si stanno aprendo nuovi e interessanti sbocchi commerciali”. Così in una nota viene presentato ”La cultura industriale italiana per lo sviluppo dell’Africa”, il prossimo evento romano di Ottobre africano, festival che punta a portare in varie città italiane un ricco calendario di eventi sui più diversi temi legati al continente a sud dell’Europa.

1a4ccc276b

Il 20 ottobre all’Università Lumsa, a Roma, i relatori si interrogheranno su alcuni punti importanti: “L’Africa con oltre 1 miliardo di abitanti e una crescita media del 5% annuo- si legge nel comunicato- rappresenta senza dubbio una fondamentale opportunità economica per l’Italia. D’altro canto, l’Italia è famosa in tutto il mondo per l’alta qualità dei suoi prodotti, in campo manifatturiero e gastronomico. Il tessuto produttivo, quasi esclusivamente caratterizzato da piccole e micro-imprese, è fortemente orientato al commercio estero: è decima al mondo per valore delle esportazioni e dodicesima per valore delle importazioni.

Quindi, se è vero che un incremento delle relazioni fra i due mercati sarebbe prezioso per entrambi, quali potrebbero essere le modalità più opportune? Come le imprese africane potrebbero beneficiare del know-how italiano? E in che modo le imprese italiane potrebbero contribuire a una crescita industriale dell’Africa?”. L’incontro di giovedì prossimo è organizzato in collaborazione con Assobiomedica, Confindustria Assafrica e Mediterraneo, e il Collegio degli ambasciatori africani a Roma.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*