RIFIUTI. COSTA: ‘SALVAMARE’, PESCATORI AVRANNO CERTIFICATO AMBIENTALE

mediterraneo-plastica

(DIRE) Roma, 5 apr. – Ieri sera e’ stato approvato all’unanimita’ dal Consiglio dei ministri il disegno di legge Salvamare “al quale tanto ho lavorato”. Quindi “iniziamo a ripulire il mare dalla plastica e lo facciamo con degli alleati eccezionali, dei ‘fratelli’ potrei dire, i pescatori, che conoscono il problema meglio di tutti perche’ ogni giorno tirano su le reti raccogliendo spesso altrettanta plastica rispetto al pescato”. Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, lo scrive su Facebook.

“I pescatori potranno finalmente portare a terra la plastica accidentalmente finita nelle reti- spiega Costa- Finora erano costretti a ributtarla in mare perche’ altrimenti avrebbero compiuto il reato di trasporto illecito di rifiuti, sarebbero stati considerati produttori di rifiuti e avrebbero dovuto anche pagare per lo smaltimento”.

Con la legge Salvamare appena approvata i pescatori che diventeranno “spazzini” del mare “potranno avere un certificato ambientale e la loro filiera di pescato sara’ adeguatamente riconoscibile e riconosciuta”, spiega il ministro. I rifiuti potranno essere portati nei porti dove saranno allestiti dei punti di raccolta.

Il Mediterraneo “e’ particolarmente ‘infestato’ dalla plastica, visto che si tratta di un mare semichiuso”, ricorda Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, “tartarughe, uccelli marini, balene e delfini scambiano la plastica per cibo e muoiono per indigestione o soffocamento: tutto questo deve finire. L’Italia, che e’ bagnata per due terzi dal mare, vuole essere leader nella soluzione e di questo dobbiamo essere tutti orgogliosi”. La legge “adesso va in Parlamento- conclude Costa- e faccio un appello a tutti i parlamentari perche’ facciano presto, bisogna votare subito questa legge”.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*