RAPPORTO ITALIA. GIÙ CONSENSO GOVERNO E PARLAMENTO, ‘RESISTE’ MATTARELLA

mattarella

(DIRE) Roma, 30 gen. – Meno del 15% esprime fiducia nel sistema delle Istituzioni del nostro Paese.

Nel 2020, la quota di chi ha un atteggiamento positivo si ferma al 14,6% (-6,2% rispetto al 2019, anno in cui si era registrato il miglior risultato dal 2014); poco meno della meta’ (46,6%) indica che la fiducia non ha subìto variazioni (39% nel 2019). Gli sfiduciati, pero’ diminuiscono dal 29,4% al 24,9%. E’ quanto emerge dalla 32a edizione del ‘Rapporto Italia’.

Mattarella, resiste come punto di riferimento. Il Presidente della Repubblica raccoglie il plauso di piu’ della meta’ degli italiani e ottiene un tasso di consensi pari al 54,9% (era al 55,1% nel 2019). Nessuno dei tre poteri dello Stato riesce a conquistare presso i cittadini una fiducia che vada oltre il 50%. Inoltre per Governo e Parlamento, calano i consensi. Piu’ fiducia nella Magistratura.

Poco piu’ di un quarto degli italiani (26,3%) ripone fiducia nell’attuale Governo, oltre dieci punti in meno rispetto al 2019 (36,7%). Il Parlamento registra un decremento di cinque punti con solo uno su quattro che si fida (25,4%; erano il 30,8% nel 2019). La fiducia nei confronti della Magistratura continua a crescere, sebbene non riesca ad oltrepassare la soglia della meta’ dei consensi (49,3%, +2,8% rispetto al 2019).

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*