Quando il valore supera la cupidigia

musee-d-art-et-d-histoire

Andrea Massena, generale napoleonico di origine italiana, è stato uno stratega e un combattente di grande valore, con ambizioni ed esperienze politiche, molto poco apprezzate dai cittadini dei territori da lui governati, per una certa sua conclamata cupidigia nell’amministrazione del potere. Lo stesso Napoleone ne era consapevole, ma lo perdonò e riprese in servizio più volte. In seguito si è saputo il perché. Esiliato a Sant’Elena, Napoleone infatti scrisse di Massena che “al primo colpo di cannone, in mezzo alle palle e ai pericoli, il suo pensiero acquistava forza e chiarezza”. Si può dire lo stesso dei numerosi politici del giorno d’oggi, affetti da cupidigia, ma privi di palle?

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*