Mediterraneo. Frigenti: donne indipendenti, società forti

2017040402078400897

DIRETTORE AGENZIA COOPERAZIONE A CONFERENZA PER IMPRENDITRICI (DIRE) Roma, 4 apr. – “Le donne sono in una posizione di grande difficoltà all’interno della società, lo vediamo anche con i numerosi episodi di violenza che subiscono. Il loro rafforzamento nasce dall’indipendenza economica, perciò quest’ultima è molto importante. In secondo luogo l’indipendenza finanziaria delle donne è importante per la crescita economica dei Paesi in un periodo di stagnazione della crisi come questo.

Lanciare le loro potenzialità coinvolgendo pienamente le donne nelle attività produttive contribuisce alla crescita economica generale della società. Infine, le donne investono meglio i loro fondi: quando i soldi sono gestiti e tenuti dalle donne, queste investono meglio nell’educazione dei figli, nelle condizioni sanitarie della famiglia, nell’alimentazione più nutriente e corretta e i benefici a catena sono importantissimi per la societa’ in generale”.

Lo spiega alla DIRE Laura Frigenti, direttore dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, a margine della conferenza ‘Promoting Women Empowerment For Inclusive and Sustainable Industrial Development in the Mena Region‘.
L’incontro è stato organizzato dalla stessa Aics insieme alla Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo (DGCS), all’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (Unido) e all’Unione per il Mediterraneo (UpM), con il sostegno dell’Associazione italiana donne e dirigenti d’azienda (Aidda).
La conferenza fa parte di un progetto co-finanziato dalla cooperazione italiana per sostenere le donne imprenditrici in Libano, Palestina, Giordania, Marocco, Tunisia, Algeria ed Egitto.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*