MAFIE. NEL LAZIO ATTIVI 93 CLAN, 50 NEL TERRITORIO DI ROMA

mafie-nel-lazio-wegil-1100-2

(DIRE) Roma, 23 mag. – I clan attivi nel Lazio al dicembre 2017, citati in indagini o atti istituzionali negli ultimi 4 anni, corrispondono a 93 tra gruppi, clan, famiglie tradizionali e autoctone e narcotrafficanti che usano il metodo mafioso. Di questi circa operano nel solo territorio della Capitale. È il dato che emerge dal terzo rapporto “Mafie nel Lazio“, stilato dall’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalita’ della Regione Lazio presentato a Roma, al WEGIL.

II monitoraggio quantitativo dei clan nella regione e in provincia di Roma viene elaborato a partire dalle fonti giudiziarie e istituzionali. Nella terza edizione del rapporto si e’ provveduto a dettagliare la presenza criminale dei boss nel Lazio, cercando di identificare i numeri e i tempi d’ingresso e permanenza dei clan sul territorio regionale. Alla luce di questo approfondimento, il numero complessivo dei gruppi criminali storicamente presenti nella regione dagli anni Settanta ad oggi e’ complessivamente di 154. Di questi, 62 clan sono stati tracciati da indagini e processi per molti anni ma, in base alla documentazione consultata dall’Osservatorio, non sono piu’ citati in indagini giudiziarie o rapporti istituzionali da almeno 4 anni.

Il fatto che queste consorterie criminali non siano state interessate negli ultimi 4 anni da attivita’ repressiva, secondo l’Osservatorio non significa automaticamente che queste non siano piu’ operativi. In alcuni casi, in base ad elementi scaturiti da indagini e sentenze, gruppi criminali pesantemente colpiti dalla repressione giudiziaria, hanno continuato ad operare appoggiandosi a personaggi della criminalita’ di secondo piano.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*