MAFIE. CLAN DETTAVA LEGGE TRA CATANIA E TAORMINA, 31 ARRESTI

taormina

(DIRE) Palermo, 18 giu. – Blitz antimafia della guardia di finanza di Catania nei confronti del clan Cintorino, espressione della famiglia dei Cappello, attivo nel capoluogo etneo, a Calatabiano e nelle cittadine messinesi di Giardini Naxos e Taormina: 31 arrestati, di cui 26 in carcere e cinque ai domiciliari.

L’operazione – portata a termine con le fiamme gialle di Taormina e con la collaborazione del Servizio centrale investigazione criminalita’ organizzata, oltre che con il reparto Aeronavale di Palermo – ha portato anche al sequestro preventivo di beni per oltre un milione di euro appartenenti ai clan Cappello-Cintorino e ai Santapaola-Ercolano: tra questi una societa’ di noleggio acquascooter, un bar, un lido balneare a Giardini Naxos e una impresa edile.

Le accuse per i 31 sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsioni, trasferimento fraudolento di valori, usura, rapina e associazione finalizzata al narcotraffico e allo spaccio di droga. I clan controllavano anche il business delle escursioni turistiche con le barche da diporto nel tratto di mare antistante all’Isola Bella di Taormina. I particolari dell’operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terra’ alle 10.30 negli uffici della procura di Catania.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*