MAFIE. BLITZ AD AGRIGENTO, ARRESTI PER DROGA E VIOLENZA SESSUALE

dia4

(DIRE) Palermo, 4 mar. – Associazione mafiosa, partecipazione e concorso in associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga aggravata dal metodo mafioso, detenzione abusiva di armi, sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato e danneggiamento mediante incendio.

Queste le accuse formulate dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo nei confronti di 32 indagati finiti in arresto ad Agrigento e nelle province di Palermo, Trapani, Catania, Ragusa, Vibo Valentia e Parma.

Ad eseguire i provvedimenti sono stati gli uomini della Dia, mentre i carabinieri del Comando provinciale di Agrigento hanno eseguito altre due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti indagati per il reato di concorso in sequestro di persona e violenza sessuale aggravati dal metodo mafioso.

Il blitz, denominato ‘Kerkent‘, ha permesso di disarticolare un’associazione a delinquere con base operativa ad Agrigento e ramificazioni nel Palermitano e in Calabria: l’attivita’ principale della banda era il traffico di droga “attraverso – sottolineano gli investigatori – un gruppo criminale armato”.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*