ETIOPIA. ESERCITO SCAMBIA I CIVILI PER TERRORISTI, 9 MORTI

etiopia

L’OPERAZIONE PER SCOVARE BASI DEL FRONTE DI LIBERAZIONE OROMO (SIR-DIRE) Roma, 13 mar. – L’esercito di Addis Abeba ha aperto il fuoco sui civili nelle vicinanze della città di Moyale, importante mercato nella regione Oromo sul confine tra l’Etiopia e il Kenya. L’incidente, avvenuto ieri, ha fatto registrare 9 civili uccisi e 12 feriti.
All’origine dell’azione militare ci sarebbe un errore di fondo: i civili sarebbero stati scambiati, secondo e fonti internazionali, per combattenti di un gruppo di opposizione armata. L’esercito stava conducendo nella zona un’operazione contro i combattenti del Fronte di liberazione Oromo (Flo), gruppo dall’agenda secessionista che ha le sue basi oltre confine. Il Flo e’ inoltre considerato gruppo terrorista dal governo di Addis Abeba. Secondo informazioni raccolte dall’esercito, i suoi combattenti avevano passato la frontiera in tre punti per compiere azioni di guerriglia. Ma le informazioni raccolte dai servizi di intelligenze si sono rivelate false. Ora nella zona sono stati inviati ufficiali di grado superiore per condurre un’inchiesta.
Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*