COVID. REGIONI: DA GOVERNO RISPOSTE MA ACCELERARE, E CONCORDARE SU SCUOLA


(DIRE) Roma, 25 feb. – “Prosegue l’interlocuzione con il Governo. A fronte del documento presentato dalle Regioni la scorsa settimana, stamattina sono arrivate alcune prime risposte positive, ma su altri temi occorrono ulteriori riscontri.

In particolare, occorre una decisa accelerazione sul piano vaccini, una revisione dei criteri per l’assegnazione delle fasce e una valutazione preventiva sull’impatto delle varianti”.

Cosi’ il presidente della Conferenza delle Regioni e della Regione Emilia Romagna, , al termine del confronto di oggi con i ministri per gli Affari regionali e le autonomie Maria Stella Gelmini e della Salute Roberto Speranza.

“Registro alcuni primi passi avanti. C’e’ la disponibilita’ a far lavorare il gruppo tecnico per la revisione dei criteri e dei parametri che sono alla base della definizione della colorazione delle diverse fasce di rischio. Ma abbiamo chiesto che questo avvenga sin dalle prossime ore e che questi lavori arrivino a conclusione nei prossimi giorni.

Il Governo si e’ poi impegnato a garantire la comunicazione delle misure all’inizio della settimana e non piu’, come accaduto finora, nel weekend: e’ quanto avevamo richiesto per consentire a cittadini e imprese di conoscere per tempo le misure e organizzarsi. Dunque un fatto positivo.

Abbiamo poi apprezzato- spiega il presidente della Conferenza delle Regioni- l’impegno ad una concomitanza piu’ stringente fra provvedimenti restrittivi e l’azione per indennizzi e ristori.

Positiva anche l’intenzione manifestata dai ministri Gelmini e Speranza a estendere i ristori anche laddove le restrizioni siano introdotte con ordinanze regionali assunte d’intesa col ministero della salute. Su questo punto, che avevamo posto da tempo, attendiamo pero’ un riscontro positivo anche dal ministero dell’economia”

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*