Il CNR dà concretezza al decreto Madia con una prima fase di stabilizzazione dei precari

uil-rua

Il Presidente CNR, Massimo Inguscio, dando continuità e concretezza agli impegni assunti dopo la grande manifestazione unitaria dello scorso 20 giugno e la pubblicazione del D.Lgs. 75/17 (Decreto Madia) – che hanno determinato una condivisibile inversione di tendenza delle posizioni dell’Ente – nell’incontro del 1 dicembre scorso ha comunicato alle organizzazioni sindacali di dare attuazione al Piano di Fabbisogno 2017-2019. Quest’ultimo, recentemente approvato, dà la possibilità di copertura dei posti disponibili nella programmazione 2017 mediante lo scorrimento delle graduatorie vigenti, come ripetutamente auspicato dalla UIL RUA, utilizzando le risorse del turn over 2017 e degli anni precedenti. Tali assunzioni, deliberate entro il corrente anno, prevedono la presa di servizio dal 1 dicembre 2018.

A tal fine saranno sottoposte ai Consigli di Amministrazione due delibere riguardanti le assunzioni a tempo indeterminato mediante gli scorrimenti delle graduatorie rispettivamente dei ricercatori e tecnologi e dei tecnici/amministrativi.

SCORRIMENTI C.d.A. 5-12-17

Nel C.d.A. del 5 dicembre è stata sottoposta la proposta di scorrimento di 108 posizioni di Ricercatore e di 27 (+4) posizioni di Tecnologo di III livello, prendendo in considerazione il primo idoneo utile delle graduatorie vigenti che rispondono ai criteri di seguito riportati che determinano la conseguente ripartizione dei posti (da ulteriormente verificare) tra le varie graduatorie.

La UIL RUA ha chiesto al Presidente di integrare i criteri sopra riportati prendendo in considerazione anche le graduatorie nelle quali la prima posizione utile è coperta da un dipendente già a tempo indeterminato il cui passaggio di livello ha un costo del tutto irrilevante corrispondente al differenziale stipendiale (circa 5.000 euro/annui), in taluni casi è anche pari a zero. Così facendo, oltre a ridurre il fenomeno del sottoinquadramento, si aprono graduatorie sino a oggi bloccate che hanno impedito lo scorrimento di idonei con contratto a T.D. che seguono in graduatoria i sottoinquadrati.

SCORRIMENTI C.d.A. 19-12-17

Prima della seduta del C.d.A. del 19 dicembre p.v. il CNR si è impegnato a convocare le OO.SS. per illustrare i criteri da prendere in considerazione anche per lo scorrimento delle graduatorie dei Tecnici e Amministrativi che non dovrebbero discostarsi da quelli dei Ricercatori e Tecnologi. Per queste categorie, risultano disponibili 52 (+5) posti, tutti ricopribili potenzialmente con lo scorrimento degli idonei, a carico delle risorse del turn over 2017 e degli anni precedenti come risultante dal relativo Piano di Fabbisogno.

SUPERAMENTO LIMITE 5 ANNI CONTRATTO T.D.

Inoltre, è stata sottoposta al C.d.A. del 5 dicembre la proposta che consentirà, ai sensi del comma 8 dell’Art. 20, di superare la durata quinquennale dei contratti a T.D. del personale assunto dopo il 14 dicembre 2012 in possesso dei requisiti per la stabilizzazione.

SUPERAMENTO LIMITE 6 ANNI ASSEGNO DI RICERCA

È ancora in corso di approfondimento da parte dell’Ente la possibilità di superare, con lo strumento del citato comma 8 dell’Art.20, il limite dei 6 anni della durata complessiva dell’assegno di ricerca. L’obiettivo dell’Ente è sottoporre la questione al C.d.A. del 19 dicembre p.v.

DISPONIBILITÀ 2018

L’amministrazione ha espresso l’orientamento di poter estendere le stesse modalità di reclutamento (scorrimento graduatorie) anche ai posti della programmazione 2018 derivanti dalle risorse da turn over, pari a 78 posti complessivi così ripartiti e aggiuntivi alle stabilizzazioni di cui all’Art.20.

STABILIZZAZIONI

Il Presidente CNR ha comunicato che l’Ente sta verificando alla luce della circolare n.3 della Funzione Pubblica del 23 novembre scorso  il personale precario in possesso dei requisiti del comma 1 e del comma 2. Successivamente all’approvazione della legge finanziaria per il 2018, contenente l’emendamento con risorse aggiuntive per gli EPR, auspicabilmente modificato normativamente e finanziariamente in fase di approvazione definitiva, il CNR attiverà incontri con le OO.SS. per definire modalità, procedure e tempi per le stabilizzazioni.

La UIL RUA, anche a seguito dell’avvenuta apertura all’ARAN dei tavoli per il rinnovo contrattuale, ha programmato per il 7 dicembre scorso un’assemblea aperta a tutto il personale, rivedibile su YOUTUBE.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*