Casa. Roma, Ghera: criterio residenzialità in graduatorie

182745 Roma I Rom sul ciglio della strada dopo lo sgombero ROM zingari rom donna bambini (EIDON) (Agenzia: EIDON)  (NomeArchivio: PHPIMa10.JPG)

“PRESENTEREMO DELIBERA PER INSERIRLO” (DIRE) Roma, 9 dic. – “La vicenda di San Basilio ripropone in modo centrale l’emergenza abitativa a Roma e come accaduto in altre circostanze a rimetterci sono sempre i cittadini italiani, che per l’ennesima volta si vedono scippare il diritto alla casa perchè la Giunta 5 Stelle, in perfetta continuità con la sinistra, anzichè dare la precedenza alle famiglie romane preferisce privilegiare gli stranieri.

Non possono essere i cittadini in condizioni di estremo disagio abitativo e sociale a pagare per l’inefficienza dell’Amministrazione capitolina, e così mentre per i rifugiati, i migranti, i profughi e i rom una soluzione si trova sempre, quando si tratta di italiani in grave difficoltà chi governa si chiude gli occhi. A tal proposito come Fdi presenteremo una delibera per inserire il criterio di ”residenzialità”, la nostra proposta è che nell’accesso a tutti i servizi sociali e graduatorie pubbliche del Comune di Roma, asili nido, case popolari, etc, sia attribuito un punteggio in più a chi risiede nella città metropolitana di Roma da almeno 5 anni.

Una delle piaghe di Roma è anche questa, deve finire la storia della finta accoglienza dove si regalano case pagate dai cittadini agli stranieri, mentre le famiglie romane continuano a vivere nell’indigenza e non hanno un tetto dove andare a dormire”. È quanto dichiara in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi-An in Campidoglio.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*