BRINDISI. INCIDENTE SU LINEA LECCE-BARI, IN STAZIONE MORTO OPERAIO

Stazione di Brindisi

(DIRE) Bari, 10 lug. – Con ogni probabilita’, l’incidente avvenuto all’una della scorsa notte vicino la stazione di Brindisi e in cui un operaio e’ morto, e’ stato provocato da una improvvisa alterazione della linea elettrica.

L’uomo, secondo quanto riferito da Rete ferroviaria italiana, era dipendente di una ditta appaltatrice e stava effettuando lavori di potenziamento delle rete infrastrutturale quando e’ rimasto folgorato da alcuni cavi di alimentazione. Altri suoi due colleghi sono rimasti feriti. La vittima aveva 57 anni ed era originario della Campania.

“La decisione di Rfi di rendere ‘impresenziata’ la stazione ferroviaria della citta’ di Brindisi e’ inaccettabile, in quanto non tiene in alcuna considerazione i gravissimi problemi che ancora esistono in questo territorio”. Lo afferma il presidente della commissione Sanita’ della Regione Puglia Pino Romano. ”

È noto a tutti – aggiunge Romano – che il raccordo ferroviario che consentira’ ai treni provenienti dalla zona industriale di connettersi direttamente alla rete nazionale (senza entrare e sostare nel centro abitato) e’ ancora in fase di costruzione. Quindi e’ impensabile che i treni con carri che trasportano gas ed altre sostanze pericolose sostino per ore nella stazione centrale senza il controllo diretto di capistazione e di operatori. Tutto questo e’ stato deciso, peraltro, senza consultare e informare nessuno. Un motivo in piu’ perche’ la decisione venga immediatamente riconsiderata”.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*