BRASILE. BOLSONARO PRESIDENTE, IN AGENDA TAGLI E PRIVATIZZAZIONI

brasile

(DIRE) Roma, 29 ott. – Taglio del numero dei ministeri, che potrebbero essere ridotti da 29 a 15, e via libera alle privatizzazioni delle imprese statali: sarebbero queste, secondo il quotidiano ‘Folha de S. Paulo’, le priorita’ del neo-eletto presidente del Brasile Jair Bolsonaro.
Secondo il giornale, la ristrutturazione dell’esecutivo e’ stata al centro di una serie di incontri convocati dal candidato del Partido Social Liberal (Psl) nelle ultime settimane.
In cima all’agenda del neo-presidente ci sarebbero poi le privatizzazioni, con un’accelerazione prevista gia’ a gennaio, a inizio mandato.
Bolsonaro e’ stato eletto ieri, con oltre il 55 per cento dei consensi. Superato al ballottaggio Fernando Haddad, divenuto il candidato del Partido dos Trabalhadores (Pt) dopo la condanna e l’arresto per corruzione dell’ex capo di Stato Luiz Inacio Lula da Silva.
Liberista in economia, Bolsonaro e’ stato criticato da piu’ parti per i giudizi positivi espressi sulla dittatura militare del periodo 1964-1985 e per l’intenzione di promuovere il ritiro del Brasile dall’Accordo di Parigi sul clima.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*