ARMENIA-AZERBAIGIAN. OLTRE 30 I SOLDATI UCCISI NEGLI SCONTRI


(DIRE) Roma, 28 set. – Il ministro della Difesa della regione autonoma del Nagorno-Karabakh, sostenuta dall’Armenia, ha annunciato oggi che altri 15 soldati sono stati uccisi nei combattimenti con l’esercito del vicino Azerbaigian.

Il bilancio degli scontri, iniziati ieri, sale cosi’ a 32 soldati uccisi, ai quali si aggiungono sei civili azeri e due civili armeni del Nagorno-Karabakh. L’Azerbaigian non ha ancora annunciato le sue perdite militari.

La crisi sul confine armeno-azero e’ la piu’ grave degli ultimi cinque anni di un conflitto, definito a bassa intensita’, che dagli inizi degli anni ’90 ha fatto registrare circa 30.000 morti.

La comunita’ internazionale in queste ore si sta attivando per un cessate il fuoco e anche la Farnesina, in una nota, ha chiesto ieri alle parti “l’immediata cessazione delle violenze e l’avvio di ogni sforzo, in particolare sotto gli auspici dell’Osce, per prevenire i rischi di ulteriore escalation”. 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*