AFRICA. ONU: TRAFFICI ILLECITI SOTTRAGGONO 88 MLD DOLLARI L’ANNO


 (DIRE) Roma, 30 set. – L’Africa perde ogni anno 88,6 miliardi di dollari in capitali esportati in modo illegale: a calcolarlo gli esperti della Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo sviluppo (Unctad), in un rapporto pubblicato in settimana.

Secondo lo studio, il totale dei flussi illeciti – definiti “movimenti di denaro o beni attraverso i confini, di cui e’ illegale la provenienza, il trasferimento o l’utilizzo” – e’ superiore all’ammontare degli aiuti economici che il continente riceve. Gli 88,6 miliardi persi annualmente rappresentano il 3,7% del Prodotto interno lordo dell’Africa.

“Questi flussi finanziari illeciti derubano l’Africa e la sua gente delle loro prospettive, minando la trasparenza e la responsabilita’ ed erodendo la fiducia nelle istituzioni africane”, ha dichiarato il segretario generale di Unctad, Mukhisa Kituyi.

Nello studio si evidenzia che le telecomunicazioni e l’economia digitale sono tra i settori piu’ vulnerabili, ma a essere colpita e’ la societa’ nel suo complesso.

Nel rapporto si sottolinea che “nei Paesi africani con flussi finanziari illeciti elevati i governi spendono il 25% in meno per la salute e il 58% in meno per l’istruzione”. Donne e bambini, denunciano gli esperti, sono tra le categorie piu’ danneggiate. Dal 2000 al 2015 gli esperti stimano siano andati persi 836 miliardi di dollari. 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*