AFGHANISTAN. I TALEBANI RIVENDICANO L’ATTACCO AL MINISTRO DIFESA


(DIRE) Roma, 4 ago. – Mentre a Lashkara-Gah infuria la battaglia, due forti esplosioni si sono registrate a Kabul nella serata di ieri.

La prima, intorno alle 20, nei pressi dell’abitazione del ministro della Difesa Bismillah Mohammadi, non lontano dalla ‘Green zone’, seguita da colpi d’arma da fuoco.Il ministero dell’Interno ha riferito che si è trattato di un’autobomba che non avrebbe causato vittime.

L’attacco è stato rivendicato dalla milizia talebana, che dall’annuncio dell’uscita dei militari americani dall’Afghanistan, porta avanti una pesante offensiva in varie aree per riprendere il controllo del Paese.

“Non preoccupatevi, va tutto bene” ha twittato il ministro Mohammadi ieri, subito dopo la deflagrazione, senza dare ulteriori dettagli. Dopo un paio d’ore si è udita una seconda forte esplosione sempre provenire dal centro della capitale afghana, e di nuovo scambi a fuoco.

Il portavoce del ministero dell’Interno Mirwais Stanekzai, ha confermato che gli assalitori sono stati tutti eliminati”. Alla fine i bilancio è stato di 4 morti e una ventina di feriti. L’ong Emergency ha confermato di averne ricoverato 11 e che 4 sono arrivati già morti.

In un primo momento le autorità non avevano confermato se, a compiere i due attentati a Kabul, fossero stati i talebani, in un momento in cui l’epicentro dei combattimenti tra i guerriglieri ribelli e le forze afghane è da alcuni giorni Lashkar-Gah, la città capoluogo della provincia meridionale di Helmand.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*