Zingaretti cerca casa

zingaretti2

Memore degli antichi trionfi della libreria Rinascita a via Botteghe Oscure, storica sede del Pci, Zingaretti vuole chiudere il Nazareno per traslocare in luoghi più popolari. Non una grande sede, quindi, ma molte sezioni aperte al pubblico, più di quanto il Pd sia stato negli ultimi 25 anni, da Prodi – D’Alema in poi, in tutt’altre faccende affaccendati. Potrà essere una iniziativa premiante, se non si limiterà all’annuncio.

Il crollo del Pd è stato provocato dall’abbandono dell’elettorato classico, disilluso dalla politica radical chic dei maggiorenti, che amano i quartieri alti e privilegiano la finanza globale rispetto all’elettorato italiano. Parola di Luciano Violante.

La stessa apertura allo jus soli è una strizzatina d’occhio ai signori del danaro, che non si danno pensiero dei 5 milioni di poveri italiani, quando assumono gli scafisti e organizzano le traversate pericolose. Zingaretti, appena eletto, ha dato mostra di non capire (e di non dare la precedenza agli elettori italiani), perché subito ha parlato di jus soli. O forse l’omaggio era dovuto. Cosa accadrà? Un tentativo di ritorno al passato.

Si assiepano intorno alla nuova segreteria anche i personaggi del passato, che sembravano archiviati per sempre, per tante ragioni. Ma la situazione è profondamente cambiata. Non siamo più negli anni 80 e 90, e nemmeno nel 2007. La grande crisi ha cambiato il mondo e le mentalità. I nuovi protagonisti, la Russia di Putin e la Cina di Xi Jinping, hanno voglia di potenza e mostrano i muscoli ogni volta che possono, ma tutti e due, in casa, devono sfamare cittadini poverissimi e, ormai, piuttosto informati su ciò che avviene in altri Paesi, anche vicini ai confini. Una miscela micidiale.

Zingaretti si deve confrontare con questa realtà, con la prospettiva di un ordine mondiale spietato, che vuole sfruttare e impoverire sempre di più, per spostare risorse e potere da una parte all’altra del mondo, a proprio gradimento esclusivo. Se comincia con lo jus soli, che gli italiani non vogliono, e a buon ragione, Zingaretti comincia proprio male.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*