Vaccino, tre milioni gli imbucati


Dopo tanti proclami sulla precedenza riservata alle persone fragili per età avanzata, i numeri dicono che gli ultraottantenni vaccinati sono poco più della metà e che oltre tre milioni, degli otto milioni finora vaccinati, sono imbucati. Lo dicono sempre i numeri.

Le altre categorie munite di precedenza, infatti, sono gli operatori sanitari e le forze dell’ordine, complessivamente circa un milione di persone. Quindi, meno di tre milioni gli ultraottantenni vaccinati, un milione gli altri aventi diritto, per arrivare a otto milioni ci sono più di tre milioni di imbucati.

Nel frattempo, le persone anziane continuano a morire e l’economia non si riprende. Il piano di vaccinazione, in sostanza, non ha funzionato per chi avrebbe dovuto essere vaccinato. Mentre ha funzionato perfettamente per chi si è imbucato.

Qualche regione ha dato precedenza assurdamente a professori, magistrati e avvocati, come se fossero persone esposte particolarmente al virus. In teoria, comunque, poche decine di migliaia. Di tutti gli altri non c’è traccia. Salvo qualche personaggio in vista che “ha dato l’esempio”, tipo De Luca a Napoli e Scanzi ad Arezzo. Delitto perfetto.   

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*