A Roma, non c’è governo, non c’è opposizione

buche-roma

Le buche stradali a Roma si colorano di giallo. Non è il rimedio, è un palliativo, dovuto alla lettera straziante della mamma di Elena Aubry, uccisa, a maggio, da una buca, mentre transitava in moto. Non sappiamo quante migliaia di cerchi gialli siano stati disegnati nella città. Sappiamo che la Sindaca è orgogliosa di avere risparmiato sulle buche stradali, che mettono a repentaglio la vita delle persone e le gomme delle auto, 200 milioni, quanto serve per trasportare altrove, in Italia e all’estero (con gara europea), i rifiuti romani. Quando l’ideologia uccide!

Quale è stata la proposta di Zingaretti, che si rimpalla con la Sindaca la responsabilità della monnezza romana? Apriamo una discarica in zona limitrofa. Non l’inceneritore, non la tecnologia chimica, che a Venezia e in altri Comuni ha dato ottimi risultati. L’attuale Sindacatura non viene archiviata soltanto perché, nell’ombra, sono cominciati i giochi di potere alle spalle dei cittadini romani, che votano sempre meno, ma ancora tollerano.

Non c’è opposizione, perché la Meloni, con voti da prefisso telefonico in caduta libera, vuole tentare il colpo gobbo, giocando sul sostegno in Parlamento e sul silenzio in Assemblea Capitolina. Pena la scomparsa, con congruo vitalizio, perché siede in Parlamento da varie legislature. Cosa abbia fatto la Meloni per l’Italia, di cui si professa patriota, non si ricorda, salvo le dichiarazioni per l’intestazione di una piazza ad Almirante.

Non c’è l’opposizione del Pd, perché a Roma il Pd non esiste, come rappresentanza e come organizzazione. Però i due o tre personaggi, che ancora, ogni tanto, vengono intervistati, si sputtanano l’uno con l’altro. Dobbiamo dire noi cosa è l’opposizione? Ci proviamo. E’ l’alternativa di governo, che richiede, quindi, capacità di governo migliore di quella in campo o, almeno, più credibile agli occhi dei cittadini.

L’opposizione dovrebbe dire ai romani, dati alla mano, cosa farebbe per il trasporto pubblico, per lo smaltimento dei rifiuti, per la manutenzione stradale e la vigilanza delle strade. Qualcuno ne sente parlare? Noi no. Non c’è governo della città, non c’è opposizione.

 

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*