Lettera ad Avvenire


Caro Direttore,

i rilievi da lei formulati in merito alle condizioni di successo della segreteria Alfano nel numero di Panorama del 13 luglio 2011 sono pienamente condivisibili, con particolare riguardo alla esigenza di apertura di “canali di comunicazione con la società italiana”. I modi della comunicazione dovranno tenere il passo con i tempi, consentendo lo scambio tra istanze sociali e progettualità politica, e il ruolo dei mezzi di comunicazione tradizionali ne potrà essere esaltato. Il cambio di passo della segreteria Alfano potrà, oltre tutto, contagiare positivamente la politica, “costringendola” ad una offerta di realizzazioni e di prospettive finora mancate a causa delle patologie del prepotere partitocratico, di cui, anche in questi giorni, i cittadini devono purtroppo constatare l’estensione. Mi permetto di segnalare la perfetta coerenza con tali esigenze della proposta del Nuovo M.i.l.l.e., associazione di cultura politica liberale che rappresento, sul cui sito è pubblicata la documentazione dell’attività, attenta ai valori della tradizione italiana, così come alla domanda di sviluppo sociale ed economico.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*