La gauche caviar si rivolge a Gori

gori2

Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, produttore televisivo, potrebbe essere l’homo novus del Pd.

Lui ovviamente nega, non sia mai che venga tacciato di fare le scarpe a Zingaretti, dimostrando, così, di essere ancora renziano nell’anima. Si è presentato a Stasera Italia, invitato da Barbara Palombelli, e ha riscosso l’approvazione di tutti i partecipanti (non sappiamo se consultati prima o no).

Comunque, questa volta, Feltri, Mughini e Zecchi, anime libere e libertarie, non hanno fatto le bizze e gli hanno reso unanime riconoscimento di avere fatto bene il sindaco di Bergamo. Poi, lui ha detto la sua sul tema dell’immigrazione, in perfetta consonanza con il partito anti – sovranista, e l’incanto si è rotto. Qualche balbettio critico si è levato, sostanzialmente a difesa di Salvini implicato nel caso della nave Gregoretti.

Chi è Gori? Fuori dai denti, è un uomo di bell’aspetto, coniugato con una nota giornalista, imprenditore televisivo di successo nel periodo della televisione rampante, sindaco di una città facile. Come può essere facile Bergamo, lombarda, ricca, organizzata e bella. Gori riflette esattamente le fattezze della città di cui è il primo cittadino.

Possiamo immaginare che la sua candidatura alla leadership del Pd, finora in pectore, non avrebbe fortuna, se i piddini lo avessero sperimentato come primo cittadino a Roma o in un’altra città del centro – sud.

Oltre alla sindacatura, Gori non presenta credenziali politiche vere. Non ha fatto la gavetta nel partito. Non è noto per la sua competenza in politica estera, che, oggi, è la cifra di un aspirante leader.

Infatti, a destra, la Meloni si affretta a dire la sua su Trump e Berlusconi si ripropone sulla scena parlando di Libia, Turchia e Russia. Mentre, a sinistra, Piero Fassino è ancora il ministro degli esteri del Pci, affannato nel tentativo di entrare nell’internazionale socialista. E, della Mogherini, abbiamo visto e non parliamo.

In sostanza, Gori è il perfetto rappresentante della sinistra ztl, anche se forse non fa le vacanze a Capalbio, ignaro dei problemi veri della gente e senz’altro inidoneo a occuparsi del Pd e del Paese.

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*