Corriere della Sera, vince Cairo, qualche settimana per capire

URBANO   CAIRO  DI  RCS

La conquista del Corriere della Sera da parte di Urbano Cairo è stata commentata finora con prudenza dalla stampa nazionale. Qualcuno ha scritto che finisce un’era.

Molti di più hanno scritto che il progetto di Cairo ha prevalso sul progetto di Bonomi, italiano di ritorno. In realtà si sa molto poco dell’uno e dell’altro progetto, perché di un giornale e soprattutto del giornale che ha rappresentato, nel bene e nel male, l’alta borghesia del paese per molti decenni, bisogna conoscere la linea editoriale. Che sarà concordata tra l’editore (e i suoi compagni di strada) e il direttore, sostenuto o avversato dalla redazione.

Delle capacità imprenditoriali di Cairo si sa molto, così come molto si intuisce delle sue legittime ambizioni.

Meno si sa dei suoi orientamenti culturali e politici, che sono destinati ad influenzare la linea del Corriere. E’ apprezzabile che l’offerta si sia in gran parte basata sullo scambio azionario tra le sue attività di impresa, a significare che l’imprenditore ha fiducia nell’iniziativa e non esita a impegnare l’altra parte del patrimonio aziendale. E qualche spunto si può trarre dalle alleanze più note, impegnate nella forma di advisor.

Cairo, infatti, ha dichiarato subito che ora si deve mettere a lavorare. C’è da scommettere che almeno una parte della redazione non farà festa e che la cura dimagrante potrebbe essere piuttosto severa. L’esperienza di La 7 non gli servirà a molto.

Il Corriere è un unicum, dietro al quale direttori e redattori si sono trincerati a lungo. Si vedrà nelle prossime settimane. Ma un giudizio, sia pure affrettato, già si può dare. Tra Cairo e Bonomi, meglio Cairo, perché, se del progetto di Cairo si sa poco, di quello di Bonomi non si è capito niente ed ha incuriosito che un imprenditore navigato come Della Valle abbia optato per lui piuttosto che per Cairo.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*