Conte battuto dalle Iene

pompeo-le-iene-parmigiano

A chi il compito di promuovere il Parmigiano negli Stati Uniti? A me, ha detto Conte, quando l’inviata delle Iene, armata di una forma di Parmigiano, ha occupato per un interminabile minuto la scena della “sua” conferenza stampa con un divertito Mike Pompeo.

Sky, a tutta prima, ha pubblicato la protesta stizzita di Conte, poi – chissà perché – si è limitata a mandare in onda il siparietto. Uno spot eccezionale di intraprendenza privata e di inerzia pubblica.

Non sappiamo se Pompeo, che ha tutta l’apparenza di un gourmet, darà a Trump qualche mollica del pregiato formaggio italiano, o se avrà ragione, in perfetta solitudine, di tutta la forma durante il lungo viaggio di ritorno. Sempre meglio il Parmigiano, accompagnato da un buon bicchiere di vino italiano, di un discutibile hamburger con bicchierone di Coca Cola!

Temiamo che la deliziosa performance delle Iene non potrà influenzare le decisioni dell’amministrazione americana sui dazi e, quindi, sui flussi del commercio internazionale. Però, speriamo che il governo italiano si senta più seriamente investito dalla necessità di mettere mano al comparto agroalimentare, che è del tutto indifeso dagli anni 90 in poi e prende schiaffoni dall’Unione Europea e dalla grande distribuzione, nella totale assenza della politica. Ha promesso di dedicarsi la neo ministra Bellanova, che ha chiesto di essere giudicata per quello che fa (o non fa, aggiungiamo noi). La teniamo d’occhio.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*