Cirino Pomicino nonno delle sardine

cq5dam-web-738-462

Il fenomeno delle sardine continua ad agitare il sonno dei partiti, soprattutto del Pd, che vorrebbe mettere le mani sul calderone di voti. I leader o portavoce, come preferiscono definirsi, continuano a parlare bolognese, e negano che a Roma il movimento abbia mai avuto una rappresentanza. Di contro, il portavoce romano, prontamente smentito ed emarginato, ha reso dichiarazioni alla stampa sulla sventurata foto di gruppo con Benetton e Toscani, che i colleghi bolognesi, presenti nella foto, non hanno gradito. Intanto, i portavoce appaiono in televisione.

A Stasera Italia è toccato al giovane Lorenzo Donnoli, che si è confrontato con Buttafuoco, Cirino Pomicino, Lorenzin e Moni Ovadia. Il confronto, in realtà, c’è stato soltanto con Buttafuoco. Tutti gli altri partecipanti gli strizzavano l’occhio, chi per un motivo, chi per un altro. Cirino Pomicino si è addirittura candidato a svolgere il ruolo di nonno e Donnoli non ha rifiutato, barcamenandosi nel dibattito con una certa abilità. Però, quando Buttafuoco lo ha messo davanti alla necessità di scegliere tra politica paludata e movimentismo, Donnoli non ha saputo o voluto rispondere. Ed è emersa la voglia di sostituirsi ai Cinque Stelle nell’immaginario degli italiani.

Prima il casino, poi il potere. Il punto debole delle sardine, molto bene evidenziato da Buttafuoco, sta nella scelta di campo antileghista e non antisistema. Lasciando con questo intendere che la loro posizione sia in effetti funzionale al Pd e ai poteri forti che sostengono il Pd, dentro e fuori l’Italia. Ecco perché la foto con Benetton è stata così scomoda. Donnoli ha ripetuto varie volte che si devono ancora strutturare e che devono fare esperienza. Ma di che cosa, non l’ha detto. Lasciando spazio a quella vecchia volpe della politica che è Cirino Pomicino, un ex potere forte che ne ha viste tante e non vuole abbandonare il campo.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*