Cancellare Salvini, democrazia allo sbando

repubblica

La Repubblica non è nuova a titoli clamorosi. L’Espresso, settimanale del gruppo, non è da meno. Non lo diciamo con scherno. Anche se siamo affezionati ai titoli delle origini (“Capitale corrotta, nazione infetta” ha fatto scuola) e non apprezziamo gli attuali.

Questa volta l’onore del titolo è toccato a Salvini. Non proprio un bel titolo quello della Repubblica: “Cancellare Salvini”. Che si presta a interpretazioni, anche molto malevoli.

Sulla storia del gruppo La Repubblica – l’Espresso e sulla coscienza di numerose persone pesa ancora il pronunciamento contro il commissario Calabresi, assassinato di lì a breve.

Salvini non è apparso impressionato. Essendo destinatario di proiettili e di altre poco garbate attenzioni, dal dito medio alle ingiurie personali sui muri, sui social e sui giornali, si è fatto il callo. Ma il clima, intorno a lui e al partito, ne risente.

Se la calunnia è un venticello, l’attribuzione di infamie, come può essere un’infamia volere la morte delle persone, è una tempesta. Salvini è il nemico da battere di tutti coloro che, con qualche variazione sul tema, si professano anti-sovranisti, cioè favorevoli alla dismissione della sovranità nazionale, a fronte del nulla.

La formula in voga è che l’Italia debba cedere sovranità all’Europa. Non si ricorda mai, però, che l’Europa non esiste, né politicamente, né giuridicamente, non ancora almeno, che il processo di formazione dell’Unione Europea è agli esordi e che il gruppo dominante in Europa è formato da poche persone, dotate di grandi risorse finanziarie, che si avvicendano nei posti di comando o nominano i propri successori.

Salvini ha avuto il torto di dichiararsi contrario alla consegna dell’Italia nelle mani di queste poche persone, essendo, per questo, votato, e, sempre per questo, secondo La Repubblica, deve essere cancellato. Non sembra proprio democrazia.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*