Bailamme per Sartori

sartori

Giovanni Sartori, costituzionalista e politologo, novello sposo alla soglia dei novanta anni (tanti auguri!), è stato riammesso al fondo del Corriere della Sera, dopo la sfortunata intemerata sulla incapacità politica del ministro Kyenge, ed ha scritto un articolo che, in nome della libertà del ministero parlamentare, sembra funzionale all’esercizio del potere dell’establishment economico e mediatico che influenza la politica.

Il pretesto è offerto dal rigore grillino in tema di disciplina di partito (per la verità non più rocciosa come agli esordi) che contrasterebbe con il principio di libertà dal vincolo di mandato introdotto nella costituzione italiana, così come in altre costituzioni.

La pretesa, esercitata da Grillo nei confronti dei parlamentari M5S che venga osservata la sua linea politica, sarebbe, secondo Sartori, antidemocratica e anticostituzionale, frutto di ignoranza del diritto costituzionale, portatrice di sventure politiche, casomai ce ne fosse bisogno!

Il ragionamento di Sartori, in realtà, presta il fianco alla critica che, in nome della libertà, possa essere impedito (con quali strumenti?) al parlamentare di aderire liberamente alla linea politica del partito, conformandosi alle esigenze di realizzazione di tale linea nel corso del dibattito parlamentare.

Prescindendo da ogni possibile rilievo sulle capacità del singolo parlamentare e sulla effettiva idoneità intellettiva (non solo dei grillini) ad esercitare scelte su materie che sfuggono alle competenze e alla lungimiranza politica, che costituisce brand della migliore politica poco apprezzato e poco diffuso, in nome della costituzione Sartori muove all’attacco della roccaforte grillina e – almeno all’apparenza – della libertà personale dei parlamentari in carica di esercitare scelte progettuali, strutturate, che, tra l’altro, presentano il pregio di essere documentate e valutate anche dal cittadino.

In breve, Sartori privilegia il bailamme al progetto politico.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*