ATAC, sindaca Raggi, fuori i costi del concordato

atac-80

L’assessore Meleo del Comune di Roma è prontamente intervenuta quando abbiamo denunciato la pessima qualità della vita a Roma, incoraggiando alla speranza in base alla felice (secondo lei) esperienza del concordato ATAC. Ma non ha risposto – guarda caso – alla nostra richiesta di informazione pubblica sui costi finora sostenuti per la procedura, avviata tra tante polemiche.

Ricordiamo che sull’ammissibilità dell’ATAC a concordato ci sono state riserve. Poi la sindaca Raggi ha avuto l’ideona di differire il credito del Comune a babbo morto (in concreto rinunciando a concorrere con i crediti delle banche, un tempo avversate, a chiacchiere, dai Cinque Stelle) e il concordato è decollato. Ma l’atterraggio rischia di essere clamoroso e doloroso, soprattutto per la città di Roma.

Ancora a giugno scorso, la Raggi ha scritto su Facebook: ‘Un primo, importante, passo verso il risanamento dei trasporti pubblici di Roma. Il Tribunale di Roma ha approvato il piano di concordato industriale per Atac, accogliendo la nostra richiesta con la quale stiamo salvando dal fallimento la più grande azienda di trasporti pubblici d’Europa”.  

A settembre, a due mesi di distanza, sulla base evidentemente di una diversa lettura dei dati, la doccia fredda delle “difficoltà”. La Raggi, prima di essere sindaca, è stata avvocato, e sa perfettamente che la cessione dell’azienda dei trasporti da parte del Comune, o dell’eventuale fallimento, non comporta la chiusura, né il licenziamento dei dipendenti, né la cessazione del servizio pubblico.

Quindi, per prima cosa, la sindaca potrebbe evitare di inneggiare al disastro, presentandolo come una vittoria, e riconoscere che il Comune è incapace di assicurare un servizio adeguato. Il concordato, in realtà, è stato soltanto una spesa inutile, di cui non vengono forniti i dati. Che chiediamo.

E, poi, la sindaca potrebbe avviare una trattativa di cessione della proprietà prima che la situazione esploda, a danno dei cittadini e dell’erario nazionale, influenzato tramite i trasferimenti in favore del Comune. Prima che sia troppo tardi.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*